20/06/2021 ore 14:55
Provincia, Festa della Repubblica: Bandiera tricolore sul pennone di Palazzo Bazzani
In occasione della ricorrenza del 2 Giungo, 75esima Festa della Repubblica, l’amministrazione provinciale di Terni ha deciso di dare vita a due iniziative celebrative per onorare nel migliore dei modi questa importante giornata. Facendo seguito alla donazione ricevuta dall’associazione Ancri pochi giorni fa relativamente a due bandiere tricolori e ad una dell’Unione europea, la Provincia isserà una bandiera del tricolore italiano, in coordinamento con la Prefettura, domani pomeriggio sul pennone di Palazzo Bazzani. Contestualmente la torretta dell’edificio che ospita gli uffici provinciali e del governo sarà illuminata con i riflettori di colore bianco, rosso e verde, che combinati con l’effetto cromatico della bandiera esalteranno il valore simbolico delle due iniziative. “Celebrare il 2 Giugno, Festa della Repubblica italiana è un onore e una responsabilità”, dice il presidente della Provincia, Giampiero Lattanzi. “Sento – aggiunge - tutta l’importanza di questa giornata che non ha gradazioni più o meno forti rispetto agli anni passati e che anzi è sempre il momento opportuno per ricordare quanti e quali sacrifici hanno fatto i nostri padri e le nostre madri per consegnare alle future generazioni un mondo possibilmente migliore rispetto a quello lasciato dalla guerra. Il 2 giugno del 1946 fu un punto di inizio di una nuova speranza. Oggi, dopo le sofferenze, i lutti e i dolori imposti dalla pandemia, ci troviamo di fronte ad una nuova possibilità di ripartire grazie ai vaccini e agli sforzi dell’intero mondo medico e scientifico. Il 2 Giugno del 2021 – osserva Lattanzi - è quindi ancora di più il momento che può e deve segnare il nostro rilancio, la nostra ripartenza, non solo dal punto di vista economico, che ha già la sua enorme importanza, ma anche – conclude il presidente - da quello del sentirsi ancora di più popolo unito e solidale, capace di creare futuro e di dare garanzie e speranze ai nostri giovani”.
31/5/2021 ore 18:41
Torna su