21/11/2019 ore 14:11
La polizia arresta cinque spacciatori, tra di loro anche una ragazza di 20 anni
Cinque spacciatori in manette. Tra loro anche una ragazza di 20 anni. E' questo il bilancio di due distinte operazioni portate a termine dagli agenti della Squadra Mobile della questura di Terni. Tre degli arrestati sono stati sorpresi all’interno di un appartamento di via Saffi, dove da qualche tempo era stato notato un sospetto andirivieni di persone. Accertato chi fossero gli occupanti dell’appartamento, i poliziotti si sono appostati per lungo tempo di fronte all’edificio, riuscendo in questo modo a verificare che effettivamente molti tossicodipendenti e pregiudicati locali entravano e uscivano dal palazzo. A volte gli ingressi e le uscite erano talmente rapidi che risultava addirittura difficile annotare il numero di targa delle auto con le quali i “visitatori” arrivavano in loco. Una volta raccolti elementi sufficienti, gli investigatori hanno aspettato che gli occupanti dell’appartamento, due cittadini albanesi di 26 e 28 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, uscissero dall’abitazione per fermarli e controllarli. Entrati in casa, gli uomini della Squadra Mobile hanno trovato addormentata una giovane rumena di 20 anni, che, inizialmente, ha detto di non abitare lì, ma di essere solo in visita al proprio fidanzato. Dichiarazioni subito smentite dalla presenza in armadi e in altre stanze dell’appartamento di numerosi suoi vestiti ed effetti personali. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti, oltre a un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento delle dosi di stupefacente, anche numerosi involucri di cellophane contenenti un totale di circa 11 grammi di cocaina, 56 grammi di marijuana e 2 grammi di hashish. Inoltre, addosso a uno dei due albanesi gli agenti hanno trovato 545 euro in banconote di vario taglio, mentre altri 2.500 euro erano nascosti sopra un pensile della cucina. Droga e soldi sono stati sequestrati, mentre i tre spacciatori sono stati rinchiusi in carcere.
In un'altra operazione, gli investigatori della Squadra Mobile hanno sorpreso un cittadino marocchino di 29 anni mentre vendeva due dosi di eroina a un tossicodipendente ternano di 32 anni, in cambio di due notebook rubati. I poliziotti sono prontamente intervenuti arrestando sia il marocchino che il ternano, il primo per spaccio e l'altro per spaccio e ricettazione. Gli agenti hanno anche sequestrato sia la droga che i computer dati in pagamento; questi, si è scoperto dopo, erano stati rubati uno all’interno dell’istituto Casagrande, l’altro dall’ufficio del custode del palazzo comunale di Terni. I due uomini sono stati quindi trasferiti al carcere di vocabolo Sabbione.
(Nella foto i due notebook rubati, il denaro e la droga sequestrata)
29/1/2011 ore 13:59
Torna su