19/01/2021 ore 22:58
Terni: cani pastore e reti elettrificate per proteggere gli allevatori dagli assalti predatori di lupi ed altri animali selvatici
L’assessorato alle Politiche venatorie ha varato un programma di tutela dei danni agli allevatori derivanti dagli effetti provocati dalla fauna selvatica. A tale scopo l’amministrazione darà in affidamento ai titolari di aziende zootecniche cuccioli di cane pastore di razza abruzzese e idonei materiali e strumenti per la realizzazione di recinzioni elettrificate. Tali provvedimenti sono finalizzati a contenere il fenomeno dei danni che ha visto una recrudescenza negli ultimi mesi con problemi per i greggi causati da predatori riconducibili anche alla specie lupo. “L’obiettivo delle iniziative – spiega l’assessore provinciale alle Politiche venatorie Filippo Beco - è quello di rendere il bestiame domestico meno facilmente vulnerabile agli attacchi dei predatori, tutelando le attività economiche e diffondendo sempre di più una valida cultura della prevenzione. Tali provvedimenti favoriranno inoltre la coesistenza fra le tradizionali attività umane e la presenza di specie protette che sono anche indicatrici di una buona qualità ambientale”. Tutti gli interventi di prevenzione previsti ed attuati saranno sottoposti ad un costante monitoraggio per valutarne l’efficacia e per poter consentire di esportare anche in altri contesti le esperienze di maggior successo. L’attività è già stata sperimentata con il progetto comunitario “Life Natura Coex” che ha visto partecipare in qualità di partner la Provincia di Terni e che aveva la finalità di migliorare la coesistenza tra grandi carnivori e agricoltura nell’Europa meridionale.
20/12/2010 ore 0:23
Torna su