19/01/2020 ore 00:56
La Regione stanzia quasi un milione di euro per risarcire gli agricoltori umbri che hanno subìto danni dai cinghiali
Ammontano a circa 980mila euro le risorse che la Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alle Politiche agricole e alla Caccia Fernanda Cecchini, ha stanziato per il risarcimento dei danni provocati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole. I fondi sono stati ripartiti tra le Province di Perugia e Terni e vanno a integrare la somma già stanziata nei mesi scorsi, pari a oltre 717mila euro, per far fronte alle richieste di risarcimento presentate per il 2008. In particolare, alla Provincia di Perugia sono stati assegnati 403.588,88 euro per il risarcimento dei danni registrati nel 2009 e 201.365,14 euro a integrazione di quanto anticipato per i danni all’agricoltura del 2008. La Provincia di Terni riceverà 175.687,72 euro per il 2009 e 198.950,50 euro per il 2008. “Risorse importanti a beneficio degli agricoltori le cui coltivazioni sono state devastate da cinghiali e altra fauna selvatica e hanno pertanto subìto un danno economico – ha sottolineato l’assessore Cecchini – Più che il ricorso agli indennizzi, l’obiettivo principale della Regione è tuttavia la prevenzione dei danni alle produzioni agricole, attraverso un’attenta gestione della fauna selvatica e il suo contenimento, rispondendo alle esigenze più volte segnalate dalle associazioni agricole”. Sul piano del risarcimento dei danni, la nuova legge regionale riconosce ora il diritto all’indennizzo integrale, e non più percentuale con l’eliminazione della franchigia, anche se questo obiettivo sarà raggiunto con una progressione di tre anni. L’indennizzo è del 75 per cento per il 2009, 85% per il 2010, 100% dal 2011 in poi. Con la precedente normativa, nel territorio libero, il rimborso “copriva” al massimo il 70 per cento del danno riconosciuto.
“Le risorse che abbiamo messo a disposizione – ha rilevato l’assessore Cecchini – consentono di soddisfare tutte le richieste di indennizzo pervenute nel 2008 e nel 2009, anni in cui è stato particolarmente rilevante il numero di danneggiamenti alle produzioni agricole. Allo stesso tempo – ha aggiunto - abbiamo individuato nell’assestamento di bilancio altre risorse che trasmetteremo agli ‘Atc’ per cominciare a risarcire i danni denunciati nel 2010”. “La Regione – ha concluso l’assessore – si pone l’obiettivo per il 2011 di dare agli agricoltori risposte tempestive. Per questo stiamo profondendo il massimo impegno; auspichiamo che altrettanto facciano le Province e gli Atc, cui compete l’erogazione delle risorse regionali”.
28/11/2010 ore 0:23
Torna su