21/05/2019 ore 20:28
Castel Giorgio: la presidente Catiuscia Marini visita la residenza Alzheimer "Non ti socrdar di me"
L’Alzheimer è stata definita di recente una “malattia sociale”, perché oltre ad affliggere chi è ammalato, coinvolge l’intera famiglia del paziente, spesso lasciata sola e costretta a sacrifici enormi, anche economici. Nella residenza Alzheimer di Castel Giorgio, “Non ti scordar di me”, immersa nelle colline umbre, molto spesso i malati arrivano imbottiti di farmaci, allettati e nemmeno in grado di alimentarsi da soli. Ma proprio in questa struttura, nel giro di pochi giorni abbandonano i trattamenti farmacologici, riescono a camminare e perfino ad alimentarsi senza alcun sussidio esterno. Ora sono in 48 gli ospiti di questa “casa”. Molti umbri, ma anche molti da fuori regione. Qui i malati prima di tutto trovano l’ambiente ideale che, pur nella precaria condizione di chi soffre di Alzheimer, li aiuta a tornare esseri umani e non larve. Qui i loro familiari ritrovano la serenità per stare vicino ai propri cari, alleggeriti dalle ansie, paure, dal peso di non essere in grado di “gestire” un malato di grave demenza. Nata nel 2001, su iniziativa di Vera Benella, la residenza “Non ti scorda di me”, è una delle pochissime in Italia autorizzate ed accreditate dal servizio sanitario regionale per il trattamento esclusivo di persone affette da Alzheimer. Alcuni anni fa una indagine la collocò al vertice di una classifica nazionale delle diverse analoghe strutture presenti nel Paese. C’è anche “il giardino Alzheimer”, un ambiente gradevole, ricco di piante, creato per poter svolgere un programma terapeutico di stimolazione sensoriale completo. “Ho voluto venire a trovarvi perché questa è una eccellenza del nostro sistema sanitario e di welfare. Frutto della straordinaria passione di Vera e del suo spirito imprenditoriale, ma anche della positiva e virtuosa cooperazione che vi può e vi deve essere tra pubblico e privato”. E’ quanto ha affermato la presidente della Regione, Catiuscia Marini che, in occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer, ha voluto visitare la residenza – accompagnata dal sindaco Pierluigi Peparello, incontrare i pazienti ed i loro familiari.
27/9/2010 ore 0:37
Torna su