15/07/2019 ore 21:54
Fondo affitti: sale la soglia di reddito massima per accedere ai contributi regionali previsti dall'apposito fondo
Sale da 15mila a 16mila e 400 euro la soglia di reddito massima per accedere ai contributi del Fondo per l’affitto. È quanto ha stabilito la Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alle Politiche della casa, Stefano Vinti. “Una misura – ha dichiarato – che aiuterà le tante famiglie residenti in Umbria che sono colpite dagli effetti negativi che la crisi economica e finanziaria ha causato sul tessuto produttivo regionale affinché possano accedere a interventi mirati ad alleviare le difficoltà dei bilanci familiari per i ceti sociali più deboli”. Nell’ultima riunione, la Giunta regionale ha confermato quanto approvato con precedenti delibere per quanto riguarda i requisiti soggettivi dei richiedenti, le modalità, le procedure e i tempi che i Comuni sono tenuti a rispettare per l’emanazione dei bandi e per la predisposizione delle graduatorie definitive, relativamente ai contributi da erogare nel 2010 ai sensi dell’art. 11 della legge 431/1998, relativa al Fondo per l’accesso alle abitazioni in locazione. La Giunta, inoltre, ha provveduto all’importante modifica del limite massimo di reddito per l’accesso ai contributi, stabilito in 15mila euro e ora elevato a 16400 euro. La modifica, spiega l’assessore regionale, rappresenta un adeguamento al parametro di riferimento che si utilizza per determinare la soglia di reddito massima per l’accesso al contributo, cioè la conformità a quello vigente per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Quest’ultimo è stato recentemente elevato a 16400, per cui è stata modificata la normativa regionale riguardante il Fondo per l’affitto in modo che i Comuni possano applicare il nuovo limite massimo di reddito già dal prossimo bando, per l’erogazione di contributi assegnati per il 2010, che sarà emanato entro il 30 settembre.
22/9/2010 ore 1:15
Torna su