22/05/2019 ore 05:09
Sanità: l'Umbria all'avanguardia nei centri di ricerca della genomica e delle cellule staminali
Saranno presto attivati in Umbria i centri di alta ricerca scientifica sulla genomica, a Perugia, e sulle cellule staminali a Terni. È quanto è emerso al termine di un vertice svoltosi a Roma, presso il Ministero della Salute, presenti il ministro Ferruccio Fazio, il presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore alla Sanità Vincenzo Riommi, ed il Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Francesco Bistoni. Le parti hanno, infatti, definito il contenuto dell’intesa che permette una programmazione integrata dell’attività dei due centri e contiene anche l’impegno a finanziare e promuovere l’attività delle due strutture. L’intesa, insieme all’Accordo di programma Regione Umbria - Ministero di cui è parte integrante, sarà formalmente sottoscritta nelle prossime settimane. “Abbiamo definito ormai il contenuto dell’intesa – ha dichiarato la presidente della Regione, Catiuscia Marini – e il Governo si è impegnato a garantire risorse straordinarie per l’attivazione di questi due importantissimi centri di ricerca che saranno collocati presso l’Azienda ospedaliera di Perugia, il laboratorio di genomica, e presso l’Azienda ospedaliera di Terni, il laboratorio per la produzione di cellule staminali”. “Con questa intesa – ha sottolineato inoltre la presidente - viene sbloccato definitivamente l’intero accordo di programma che permette l’utilizzazione di 85 milioni di euro di fondi statali per l’ulteriore adeguamento e innovazione della rete dei servizi sanitari che verrà realizzato nel corso della legislatura”. Per l’attività dei due centri di ricerca innovativi, grazie all’intesa, verranno destinati dal Ministero 3 milioni di euro che si aggiungeranno ai circa 8 milioni di euro stanziati dalla Regione Umbria e dall’Università di Perugia. Per il Laboratorio di genomica, che utilizzerà le tecniche più avanzate per analizzare la struttura del “Dna” permettendo una diagnosi molto precisa sulla presenza di alcune patologie, è già pronta la sede, nella nuova Facoltà di Medicina. Sono in allestimento gli impianti e, con i finanziamenti derivanti dall’intesa, si acquisteranno le strumentazioni più innovative. Il Laboratorio per la produzione di cellule staminali, attivo nell’Azienda ospedaliera di Terni e specializzato nella cura delle patologie neurologiche, ha ricevuto in questi giorni l’approvazione dell’Aifa (Agenzia italiana del Farmaco), che consentirà di passare dalla fase preliminare della ricerca alla produzione delle cellule staminali. I due Centri lavoreranno in stretta collaborazione.
7/10/2010 ore 0:40
Torna su