25/05/2020 ore 08:43
Arrestato un 44enne di Narni che coltivava marijuana, in casa nascondeva anche 13 panetti di hashish
Piante di marijuana coltivate accanto a quelle di pomodori e di altri ortaggi. Un escamotage che un 44enne narnese riteneva evidentemente sufficiente per celare la propria attività illecita, ma che si è invece rivelato inutile dal momento che i carabinieri lo hanno individuato ed arrestato. L’uomo, D.B., residente in una casa di campagna situata a circa 7 chilometri da Narni Scalo, era già noto alle forze dell’ordine per aver commesso in passato dei furti, ma mai prima d’oggi era stato sorpreso a "maneggiare" droga. Quando i militari della stazione di Narni Scalo, coordinati dal luogotenente Guglielmo Apuzzo, hanno fatto irruzione nella sua abitazione, non si aspettavano probabilmente di trovare quell’ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, né la piccola piantagione di marijuana. Nascosti in camera da letto, in un corridoio ed addirittura nella stalla, i carabinieri hanno trovato ben 13 panetti di hashish, per un peso complessivo di circa un chilo e mezzo, oltre a 500 grammi di foglie di marijuana chiuse in delle buste di plastica. Nell’orto adiacente alla casa colonica i militari hanno invece trovato la piantagione di marijuana composta da otto piante di media grandezza. Il quantitativo di droga sequestrato ha un valore sul mercato pari a circa 15mila euro. Dalle indagini è emerso che il 44enne, che è stato immediatamente arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e coltivazione di piante atte alla produzione di sostanze stupefacenti, si faceva aiutare nella sua attività di “coltivatore” da un altro narnese, A.F. di 40 anni, incensurato, il quale sembra venisse ricompensato con qualche foglia di marijuana. Per lui è scattata la denuncia a piede libero per concorso in coltivazione di piante atte alla produzione di sostanze stupefacenti. Una volta esperite le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Vocabolo Sabbione, a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Terni Lucia Guaraldi, titolare delle indagini. I carabinieri di Narni Scalo sono arrivati a D.B. a seguito di una articolata attività di indagine, fatta di appostamenti e pedinamenti, anche nei confronti di abituali consumatori di sostanze stupefacenti. Il 44enne fermato, infatti, si ritiene avesse dei rapporti con altri pusher della zona di Amelia, Narni e Terni e pare che a sua volta si rifornisse presso dei “grossisti” residenti in provincia di Viterbo. Lo scorso mese di giugno, sempre i carabinieri di Narni Scalo avevano tratto in arresto un 63enne narnese per coltivazione di una piantagione di "papaveri da oppio". Nel corso dell'operazione, oltre all'arresto del 63enne, era stata denunciata a piede libero la compagna straniera dell’uomo ed erano state sequestrate 153 piante di "papavero sonnifero".

10/8/2010 ore 23:51
Torna su