25/05/2020 ore 09:38
Non si ferma all'alt dei carabinieri, poi li aggredisce con un coltello e loro sparano, morto un 34enne ternano
Un uomo morto e due carabinieri feriti in modo grave. E' il bilancio di una violenta colluttazione scoppiata intorno alle 15,30 di oggi (domenica 25 luglio) in località La Selva, poco lontano dall'Aviosuperficie di Maratta. Il morto si chiamava Livio Tassini, 34 anni, residente a Terni nella zona di Borgo Rivo. Il giovane aveva dei piccoli precedenti penali. I due carabinieri, ricoverati presso il "Santa Maria", hanno riportato ferite da arma da taglio, il più grave dei due è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Il Tassini era alla guida di un Califfone e sembra stesse viaggiando senza casco e senza targa, I carabinieri gli hanno intimato l'alt ma lui sarebbe scappato; uno dei due militari lo avrebbe inseguito e una volta raggiunto sarebbe scoppiata una colluttazione durante la quale il 34enne avrebbe estratto dalla tasca un coltello con il quale avrebbe colpito il carabiniere. I carabunueru avrebbero reagito all'aggressione sparando alcuni colpi di pistola all'indirizzo del tassini che è stato ferito a morte. Ai primi fendenti dell'uomo, i carabinieri avrebbero reagito con il manganello in loro dotazione, ma senza riuscire a fermare i colpi di coltello, che avrebbero raggiunto un militare all'addome e al torace e l'altro alle gambe e alle braccia. Sul luogo della tragedia è intervenuto il sostituto procuratore Elisabetta Massini per le indagini di rito. A poca distanza dal corpo del Tassini è stato anche ritrovato il coltello a serramanico, lungo una quindicina di centimetri che sarebbe stato utilizzato da Livio Tassini per accoltellare i due carabinieri che poi hanno reagito sparando e uccidendolo.

25/7/2010 ore 19:38
Torna su