21/02/2020 ore 06:13
Molesta tre ragazzine nei pressi dell'ospedale, denunciato un ternano di 34 anni
Avrebbe tentato di adescare alcune ragazzine, mostrando loro le sue parti intime. Con questa grave accusa un ternano di 34 anni, operaio e celibe, è stato denunciato dalla Seconda Sezione della Squadra Mobile. L'uomo è stato riconosciuto colpevole di corruzione di minori e di molestie. Davanti agli agenti ha negato tutto, ma le vittime, con la loro testimonianza, lo avrebbero inchiodato. I fatti sarebbero avvenuti nei pressi dell'ospedale di Terni dove tre ragazzine, due sorelle di 10 e 13 anni e una loro amica sempre di 13, hanno riferito agli agenti di essere state molestate dall'uomo nei pressi di un supermercato della zona. Nonostante lo spavento le tre ragazzine sono riuscite a scappare; una di loro ha anche fatto in tempo a fotografare con il suo cellulare la targa e col cellulare la targa della macchina dell’uomo. Gli episodi cui riferiscono i fatti accaduti sarebbero avvenuti il 16 e il 17 giugno scorsi. Le due sorelline erano state mandate dalla mamma al supermercato vicino casa, e all’uscita la loro attenzione viene attratta da un uomo che in auto si sta toccando platealmente le parti intime. Nonostante la sorpresa, le due bambine hanno la prontezza di scappare, ma l’uomo, stando al racconto delle due, le avrebbe inseguite a bordo della sua auto, senza tuttavia riuscire a raggiungerle. A casa le bambine raccontano tutto alla mamma, che denuncia immediatamente l'accaduto alla polizia. Il giorno seguente, un’amica delle bambine, mentre sta andando a casa loro, viene inseguita da un uomo in macchina. Anche lei riesce a scappare e arrivata a casa delle amichette racconta tutto. Insieme, armate di cellulare, decidono di scendere in strada e vedono di nuovo la stessa auto aggirarsi nel quartiere; riconoscono a bordo lo stesso uomo del giorno prima, fotografano la targa, ed insieme alla mamma si recano in questura.
Grazie alla targa, i poliziotti sono riusciti a risalire al proprietario che è stato convocato in Questura dove gli vengono mostrate le foto fatte alla sua auto dalla bambine molestate, le quali lo hanno anche riconosciuto.
Per l'uomo è scattata la denuncia a piede libero per corruzione di minori e molestie.


28/6/2010 ore 12:27
Torna su