15/11/2019 ore 03:38
La Finanza sequestra a Terni 3.000 capi di abbigliamento "irregolari" in un negozio gestito da cinesi
Un sequestro ingente. Che ha interessato circa 3.000 capi di abbigliamento non conformi alle norme comunitarie. Gli uomini della Guardia di Finanza di Terni, coordinatidal maggiore Giovanni Carotenuto hanno effettuato questa operazione presso un esercizio commerciale situato a Terni e gestito da cittadini cinesi. L'intervento ha consentito di sequestrare circa 3.000 capi di abbigliamento venduti irregolarmente poiché privi delle indicazioni relative al produttore e/o importatore come tassativamente indicato nel “codice del consumo”. Tale norma prescrive che il consumatore finale, affinché possa valutare la qualità del prodotto, sia posto nelle condizioni di conoscerne la composizione tessile nonché la denominazione del produttore e/o dell’importatore. I finanzieri hanno dunque sottoposto a sequestro amministrativo i capi di abbigliamento provvedendo a segnalare alla Camera di Commercio di Terni il titolare dell’esercizio commerciale al quale verranno comminate sanzioni che potranno arrivare a cifre superiori ai 35mila euro. L’operazione segue quella effettuata nei mesi scorsi nella quale furono sottoposti a sequestro altri 2.000 capi di abbigliamento e si inquadra in un programma di attento controllo del territorio, a tutela dei consumatori anche al fine di contrastare la vendita di merce con marchi contraffatti.
16/6/2010 ore 12:36
Torna su