21/11/2019 ore 02:43
Terni: dal 26 maggio al 6 giugno al teatro Verdi, quarantesima edizione del concorso pianistico intitolato ad Alessandro Casagrande
Più di quarant’anni di vita e ventotto edizione alle spalle per uno dei più prestigiosi concorsi pianistici internazionali. Era il 1966 quando, intitolata al compositore ternano Alessandro Casagrande prematuramente scomparso, nasceva una competizione che avrebbe portato alla ribalta internazionale pianisti come Alexander Lonquich, Ivo Pogorelich, Boris Petrushansky, Guher e Suher Pekinel e nelle più recenti edizioni Dmitri Vorobief, Yuka Imamine, Alexei Nabioulin, Herbert Schuch, Irina Zarenkova, Evgeni Bozhanov. La prossima edizione, che si svolgerà a Terni dal 26 maggio al 6 giugno 2010 vede la partecipazione di pianisti provenienti da paesi di tutto il mondo per un totale di 38 partecipanti. Articolato in tre prove eliminatorie il concorso mantiene e rafforza quell’identità che da sempre lo caratterizza, l’attenzione per repertori musicalmente impegnativi. La prova semifinale prevede l’esecuzione di una delle ultime sonate di Schubert, di un’opera di Brahms e/o di Schumann, di una composizione edita di autore importante composta dopo il 1950. Come nella precedente edizione alla prova finale con orchestra si affianca una prova finale di musica da camera, fortemente voluta dal direttore artistico Dario De Rosa. Una sonata di Brahms (tratta dalle tre con violino, dalle due con viola e dalle due con violoncello) sarà eseguita con la partecipazione della violinista Mirei Yamada, della violista Flaminia Zanelli, del violoncellista Stefano Cerrato. La prova finale con orchestra, in collaborazione con l'Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese diretta da Marco Zuccarini, prevede l’esecuzione a scelta dei concerti K 466, K 595 di Mozart, n.1 op.15, n.3 op.37, n.4 op.58 di Beethoven, op.54 di Schumann, n.1 op.11, n.2 op. 21 di Chopin.
Il primo classificato al concorso otterrà un premio di 16.000 euro e venticinque concerti nell'ambito di prestigiose stagioni concertistiche tra cui il Festival Benedetti Michelangeli di Brescia e Bergamo, Società dei Concerti di Milano, Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, Associazione Amici della Musica di Perugia, Fondazione Musica Insieme di Bologna. Oltre al secondo e terzo premio sono previsti altri premi speciali tra i quali: premio per la migliore esecuzione della composizione I segni dello zodiaco di Alessandro Casagrande e un premio assegnato da una giuria di critici musicali costituita da Sandro Cappelletto, Michele Dall’Ongaro, Carla Moreni, Quirino Principe. La giuria internazionale della 28^ edizione sarà, invece, composta da Dario De Rosa (Presidente), Andrea Lucchesini, Giuseppe Andaloro, Giorgio Vidusso, Arie Vardi (Israele), Maureen Jones (Australia), Lee Kum Sing (Cina-Canada), Andrzej Jasinski (Polonia), Claus- Christian Schuster (Austria). Tre i concerti di questa edizione, tutti al Teatro “G. Verdi” di Terni: giovedì 3 giugno alle ore 17.30 concerto finale musica da camera, sabato 5 giugno alle 20.30 concerto finale con orchestra (diretta Rai-Radio Tre); infine domenica 6 giugno alle 17 concerto dei vincitori e cerimonia di premiazione (diretta Rai-Radiotre). Fra le attività collaterali organizzate dalla Fondazione Casagrande è prevista, nel periodo del concorso, una masterclass di Andrea Lucchesini realizzata in collaborazione con l’Istituto Musicale Briccialdi. Inoltre, nell’ambito delle manifestazioni per l’inaugurazione del nuovo centro culturale polivalente, il 6 giugno alle 12 presso il nuovo auditorium “Sergio Secci” è previsto un ‘concerto aperitivo’ di Giuseppe Andaloro.

26/5/2010 ore 0:32
Torna su