17/07/2019 ore 15:28
Risse e aggressioni nelle vie del centro, quattro stranieri arrestati e cinque denunciati
Stranieri irrequieti. Quattro gli arresti e cinque le denunce. Il bilancio riguarda una serie di interventi compiuti nell’ultimo fine settimana dagli agenti della squadra volante della questura di Terni. Domenica intorno alle 19.30 in via Goldoni, è scoppiata una rissa tra due tossicodipendenti, un polacco di 33 anni ed un ternano di 43. Il primo avrebbe dato una spinta all’altro che cadendo violentemente a terra ha battuto la testa, cominciando a perdere sangue. La via era piena di gente e subito due donne, una medico e l’altra infermiera, hanno cercato di prestare i primi soccorsi ma sono state ostacolate dall’aggressore. E’ partita la chiamata al 113 ed al 118. Il ferito è stato trasportato in ospedale e si trova ancora in terapia intensiva con prognosi riservata nel reparto di neurologia; l’aggressore, dopo una notte passata nelle camere di sicurezza della Questura, è stato trasferito nel carcere di Sabbione. I testimoni hanno raccontato agli agenti di aver visto un uomo, identificato poi come F. W.M., cittadino polacco di 33 anni residente a Terni, dare una spinta violenta ad un altro che camminava da solo con passo incerto e risultato poi essere C.E. un ternano di 43 anni, ma non sono stati in grado di dire se fosse già in corso una lite. Dagli accertamenti sulle identità dei due, è risultato che entrambi erano già noti alle forze dell’ordine, in particolare, l’aggressore per una serie di reati che vanno dalla violazione della legge sugli stupefacenti alla rapina, passando per le false generalità, reati per i quali era già stato arrestato e successivamente messo agli arresti domiciliari con obbligo di dimora nel comune di Terni. In questura, l’aggressore ha lamentato dei forti dolori, dichiarando di essere stato colpito dal C.E., ma il medico chiamato dagli agenti non ha riscontrato nulla, se non dei lividi che a dire del cittadino polacco, risalivano a qualche giorno prima. Al momento, le condizioni del ferito restano stazionarie. Sempre ieri, alle 13,30, la Volante mentre transitava per Corso Tacito, ha controllato un cittadino nigeriano di 35 anni, che è risultato inottemperante ad un precedente ordine di espulsione emesso dal Questore di Roma il 26 febbraio scorso. L’uomo è stato arrestato, come previsto dalla legge sull’immigrazione. Poco più tardi nei giardini di via Primo Maggio, la Volante ha controllato alcune persone e tra loro è stato identificato un cittadino polacco di 31 anni a carico del quale è risultato un ordine di cattura, emesso nel 2008 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Grosseto per furto ed un cittadino ucraino di 28 anni inottemperante ad un ordine di espulsione emesso il 6 maggio scorso dal Questore di Terni. Entrambi sono stati arrestati e portati in carcere. Risale a sabato sera, invece, la rissa per la quale sono stati denunciati cinque cittadini indiani, tutti fra i 29 e i 21 anni e tutti residenti a Terni. La Volante questa volta è intervenuta in seguito ad una chiamata al numero di emergenza 113 e si è recata in via Roma dove hanno trovato due cittadini indiani feriti che hanno dichiarato di essere stati prima insultati e poi malmenati da alcuni loro connazionali che si erano poi allontanati. Gli agenti hanno invitato i due cittadini stranieri a recarsi all’ospedale per essere curati e si sono messi immediatamente sulle tracce degli aggressori. Poco dopo però, è arrivata una richiesta di intervento proprio dal pronto soccorso, per una lite scoppiata fra cittadini indiani. La volante, una volta arrivata, ha trovato i due aggrediti e i tre aggressori, tutti intenti a farsi curare le ferite dovute allo scontro. Portati successivamente in questura, sono stati tutti e cinque denunciati per rissa, dato che è risultato che entrambe le fazioni erano state animate dallo stesso intento belligerante, cosa confermata anche dal trambusto provocato nella via dove era avvenuto lo scontro.
24/5/2010 ore 16:32
Torna su