03/12/2020 ore 20:26
Ruba un portafoglio ad un'impiegata comunale, denunciato dalla polizia
Ladri alla vecchia maniera. Di quelli che rubavano i portafogli, apporfittando della distrazione momentanea del malcapitato. Ma stavolta è bastata la descrizione fatta dalla persona derubata ai poliziotti per permettere di scoprire in un baleno l'autore dl efurto e denunciarlo. Protagonista della singolare avventura è stata una impiegata del Comune di Terni la quale aveva lasciato la propria borsa appoggiata sulla scrivania del suo ufficio, convinta che nessuno si sarebbe mai sognato di metterci dentro le mani. Invece è accaduto, proprio quando la signora si è distratta un attimo c'è stato qualcuno che le ha sfiulato il portafoglio e se l'è squagliata. Quando la donna si è accorta di essere stata derubata ha chiamato il 113; gli agenti prontamente intervenuti hanno ascoltato sia la vittima che gli altri impiegati i quali dichiaravano di aver visto un giovane girare per i corridoi e allontanarsi di corsa poco prima che la donna scoprisse il furto. La descrizione dell’uomo è stata sommaria, ma è bastata ai poliziotti per capire chi avrebbe potuto essere il ladruncolo, ovvero un 35enne ternano, già noto alle forze dell’ordine. Rientrati in questura gli agenti lo hanno chiamato al cellulare e, con una scusa (la classica formalità da espletare in cinque minuti), gli hanno chiesto di passare in ufficio. L'uomo poco dopo si è presentato presso gli uffici della Squadra Volante ed appena ha capito che non si trattava di mettere una “firmetta” ha confessato subito tutto, ammettendo di avere rubato il portafogli e indicando pure il luogo dove lo aveva gettato subito dopo essere uscito dagli uffici comunali. Purtroppo è stato ritrovata solo una parte del contenuto del portafogli, poche carte e qualche documento subito restituiti alla legittima proprietaria. Quanto ai soldi, l’uomo ha dichiarato di averli subito spesi. Finiti gli accertamenti il ladro è stato denunciato in stato di libertà per furto.
25/4/2010 ore 0:44
Torna su