04/12/2020 ore 12:05
Terni: Caritas ed altre associazioni mostrano preoccupazione per le difficoltà del Comune di assistere le famiglie bisognose
Sono preoccupati per la sorte di quelle famiglie che si appoggiano alla Caritas e ad altre associazioni assistenzialistiche per andare avanti. E sollecitano il Comune a non abbassare il fenomeno rispetto a questo tipo di disagio sociale. "Giorno dopo giorno - dicono Caritas diocesana, Società San Vincenzo de' Paoli e Comunità di Sant’Egidio - aumenta la preoccupazione per la situazione dei poveri in questa città. Certamente è questo il tempo in cui si registra il peso enorme che la crisi sta avendo sulle persone, le famiglie che non riescono più a pagare l’affitto di casa, le bollette dei consumi di energia ed acqua, che fanno fatica a far la spesa per mangiare tutti i giorni, tre volte al giorno. La Caritas diocesana, la Società di San Vincenzo De Paoli, la Comunità di Sant’Egidio, le diverse associazioni di volontariato sociale ecclesiali e tutte le parrocchie, in questi ultimi tre mesi, hanno dovuto sostenere un picco molto alto di richieste quasi a coprire la mancanza di quei sussidi che il Comune di Terni ha erogato da anni a tante persone e tante famiglie. La preoccupazione - continua la nota - aumenta nel leggere dai giornali i commenti intorno al bilancio preventivo del 2010 che il Comune di Terni sta approntando, i quali riportano previsioni di ingenti tagli alla spesa dell’ente e ai sussidi per le famiglie in difficoltà. Ritenendo che i tagli al bilancio non possono coinvolgere le persone che sono nel bisogno, chiediamo al Comune, a chi è deputato per decidere, di prendere decisioni sagge che tengano conto delle persone e della loro dignità, evitando di aumentare il disagio di chi già vive situazioni di grande difficoltà".
(foto di repertorio)
20/4/2010 ore 2:41
Torna su