20/07/2019 ore 06:54
Terni: la Polizia Provinciale presenta i dati delle attività compiute nel 2009, sono state 35 le denunce penali
Ottantatre sanzioni amministrative e 35 denunce penali all’autorità giudiziaria, 763 controlli e 5.204 autorizzazioni per interventi di selezione che hanno determinato l’abbattimento complessivo di 634 cinghiali. Sono questi i dati resi noti dall’assessorato provinciale alla Polizia provinciale, comandati dal capitano Gervasio Gialletti e relativi all’attività 2009 del corpo di Palazzo Bazzani nei settori dell’ambiente, della gestione dei rifiuti e del ciclo delle acque reflue, della sicurezza, della caccia e della pesca. Nel settore ambientale il Nos (Nucleo operativo speciale) ha effettuato 54 sopralluoghi e 80 controlli in aziende produttrici di rifiuti, titolari di specifiche autorizzazioni nonché soggetti con autorizzazioni alle emissioni in atmosfera, scarichi di reflui industriali e trasportatori di rifiuti. A seguito dell’attività sono state elevate 46 sanzioni amministrative e 25 denunce. Per quanto riguarda le attività venatorie sono state effettuate verifiche e sopralluoghi su 92 appostamenti di caccia, avviando un progetto specifico per la prevenzione degli incidenti stradali causati da fauna selvatica. Sono stati inoltre controllati i servizi svolti dalle associazioni di volontariato nei settori ittico e venatorio. Nel primo sono stati effettuati 37 controlli, nel secondo 500. Per quanto concerne l’ordine pubblico è stato effettuato un numero di controlli superiore ai 50 previsti ad inizio anno. Particolare cura è stata riservata alle attività di pubblica sicurezza, all’interno del protocollo “Terni città accogliente e sicura” firmato da Provincia, Prefettura e Comune di Terni, anche in collaborazione con le altre forze dell’Ordine. Sono stati effettuati servizi di sorveglianza delle aree industriali, con particolare riferimento al periodo estivo e festivo. Soddisfazione e apprezzamento sono stati espressi dagli assessori provinciali alla Polizia locale, Filippo Beco, e all’Ambiente Fabrizio Bellini “I dati – dicono – confermano il livello qualitativo delle attività del corpo di polizia, evidenziando una sensibile crescita rispetto all’anno precedente. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di potenziare gli attuali organici, immettendo in questa prima fase due nuove unità al Nos. A queste seguiranno altre professionalità relative alla prossima costituzione del nucleo di Polizia idraulica e alle specifiche attività di vigilanza”. “Molto importante – sottolinea Beco - sarà poi l’incremento delle funzioni in materia di sicurezza svolte in stretta collaborazione con tutte le forze dell’ordine e con l’autorità giudiziaria”. Bellini focalizza l’attenzione sui positivi risultati in materia di controlli ambientali, “soprattutto – precisa – sul versante dei rifiuti, delle discariche abusive e della tutela del territorio”. Bellini e Beco stigmatizzano infine l’importanza delle attività di polizia provinciale per il miglioramento della qualità della vita e della sicurezza generale dei cittadini.
11/1/2010 ore 13:46
Torna su