20/07/2019 ore 22:31
Terni: Massimo D'Antonio (Udc) propone la realizzazione di nuovi impianti sciistici sulle montagne di Ferentillo
Massimo D’Antonio (Udc) crede nelle potenzialità legate ad un rilancio sciistico della provincia Terni. E interroga il presidente Polli, riguardo alla possibilità di realizzare degli impianti sulla vetta di Colle Bertone. “Lo scorso anno - afferma D'Antonio - la Regione dell’Umbria ha bocciato un finanziamento a un progetto che prevedeva la realizzazione a Colle Bertone di un nuovo impianto sciistico del costo di 1milione e 400mila euro. Il vecchio impianto non ha avuto fortuna anche alla luce del basso indice di nevosità di questo sito. Pochi chilometri più a nord, il Monte Aspra, a cavallo delle province di Terni e Perugia, soddisfarebbe le esigenze degli amanti della neve, considerando che mediamente per quattro mesi l’anno il monte è ricoperto dalla neve, differentemente da Colle Bertone – Monte La Pelosa, posti a quote più basse e soggetti ad elevato soleggiamento. Il Monte Aspra, Comune di Ferentillo, disterebbe appena 25 km da Terni, e permetterebbe agli appassionati di sci di raggiungere in breve tempo gli impianti, evitando loro di recarsi presso montagne dalle caratteristiche consimili ma molto più distanti, come Terminillo o Leonessa. La costruzione di nuovi impianti di risalita nella bassa Valnerina - insiste D'Antonio - avrebbe un effetto positivo per tutto il nostro territorio e per lo stesso sito della Cascata, comportando un incremento del numero dei turisti e dei valori immobiliari nelle aree interessate dai flussi, prefigurandosi la Valnerina quale crescente modello ricreativo e punto di riferimento dell’Italia centrale". D'Antonio chiede in conclusione, al presidente e alla giunta provinciale, se è loro intenzione rilanciare il turismo sciistico in provincia di Terni, come intendano farlo e "se non ritengano di dare mandato agli uffici per effettuare una stima preliminare della fattibilità di nuovi percorsi sciistici presso il Monte Aspra, prendendo i primi contatti con la Provincia di Perugia per valutare congiuntamente una simile possibilità che avvicinerebbe la neve anche a tutto il comprensorio della fascia centrale dell’Umbria".
29/12/2009 ore 7:18
Torna su