23/02/2020 ore 02:02
Terremoto: Ceu e Caritas solidali e vicine anche materialmente alle popolazioni colpite dal sisma
La Conferenza Episcopale Umbra per voce del suo presidente mons. Vincenzo Paglia esprime solidarietà e forte vicinanza alle popolazioni delle zone del perugino colpite ieri da un forte sisma. “Desidero esprimere, a nome delle Chiese umbre la nostra solidarietà. Ci sentiamo vicini a tutta la popolazione che sta vivendo un vero momento di difficoltà soprattutto nell’imminenza delle festività natalizie. Il Natale possa ancora di più essere, per tutte le persone coinvolte nel terremoto e per l’Umbria intera, occasione di rinascita e di speranza nell’avviare una sollecita ed efficace ricostruzione morale e materiale. I vescovi umbri assicurano una particolare preghiera e aiuto, consapevoli delle difficoltà in cui si trovano le popolazioni costrette ad abbandonare le loro case e i ritmi consueti di vita. Ci uniamo anche noi all’impegno solidale di tanti che guardano con amore a questa terra, ancora una volta scossa dalle viscere, per alleviare il più possibile le sofferenze e perché possa tornare presto la normalità e la serenità”. Anche la Caritas si è attivata, assicurando la disponibilità ad ogni doverosa collaborazione per condividere lo stato di grave disagio che stanno vivendo i terremotati. Un’opera di condivisione che si concretizza con lo stare materialmente accanto a chi soffre e portare loro conforto e sostegno materiale e morale. “Serve la vicinanza alla gente in difficoltà – aggiunge mons. Paglia -. La Chiesa in Umbria è ricca di questa sensibilità che nasce dalla fede e dalla condivisione”.
16/12/2009 ore 16:59
Torna su