23/02/2020 ore 03:04
Manomette la linea telefonica di un vicino di casa per "rubargli" le telefonate, denunciato un 23enne a Narni
Un sistema vecchio di decenni ma che, a quanto pare, non passa mai di moda. I furti di corrente, acqua o del traffico telefonico continuano a riempire le cronache dei giornali e quasi sempre sono dei cittadini stranieri a ricorrere a questi stratagemmi. L'ultimo di questi episodi accaduto nei pressi di Narni dove un giovane rumeno di 23 anni ha manomesso la linea telefonica di un suo vicino di casa per "rubargli" le telefonate e facendogli addebitare cos numerose chiamate fatte in Italia e all'estero, molte di queste in Romania. L'uomo stato denunciato per furto aggravato dalla Polizia postale che dopo una serie di controlli ha scoperto la truffa. Tutto cominciato quando un vicino di casa del rumeno si visto recapitare una bolletta di oltre mille euro dalla Telecom. Il narnese caduto dalle nuvole ed andato a chiedere speigazioni presso gli uffici del gestore telefonico dove ha avuto la sgradita sorpresa di venire a conoscenza del fatto che - cos come riferito dagli investigatori - dal 30 ottobre al 6 novembre di ques'anno risultavano fatte dal suo telefono chiamate a utenze mobili di persone residenti in Romania per diverse centinaia di euro. A questo punto all'uomo non restato altro da fare che denunciare il fatto alla polizia postale; gli agenti hanno subito iniziato le indagini che hanno portato a scoprire la manomissione della linea telefonica con un cavo che era stato alla cciato abusivamente alla linea dell'ignaro utente. Gli agenti hanno accertato che i cavi finivano all'interno dell'appartamento occupato dal 23enne rumeno, al secondo piano della stessa palazzina. La storia a lieto fine, in quanto il "derubato" non dovr pagare la bolletta in quanto vittima della presunta truffa.
11/12/2009 ore 0:46
Torna su