13/10/2019 ore 23:03
Banditi rapinano una villa alle porte di Narni, immobilizzano un domestico poi fuggono con la cassaforte
Erano convinti che in casa non ci fosse nessuno. E che dunque potessero agire indisturbati. Ma si erano sbagliati. Così deve essere stata grande la sorpresa dei malviventi, che sabato scorso hanno rapinato una villa alla periferia di Narni, quando entrando in sala da pranzo si sono trovati davanti il domestico che stava guardando un programma in televisione. I banditi, sembra fossero quattro e di origine straniera, non hanno tuttavia perso il loro sangue freddo e pur di non rinunciare al colpo, hanno immobilizzato l’uomo, legandolo ed imbavagliandolo, non prima di averlo minacciato e spintonato. L’episodio è accaduto sabato scorso, intorno alle 18 del pomeriggio. La villa presa di mira dai rapinatori si trova lungo la Strada di S.Urbano, qualche centinaio di metri dopo l’abitato del quartiere Santa Lucia ed appartiene a un noto avvocato ternano. I malviventi, per penetrare all’interno, avrebbero forzato una finestra sul retro della casa, poi una volta dentro si sono subito diretti nella stanza dove evidentemente sapevano che era custodita la cassaforte. I quattro erano a volto scoperto e disarmati. Uno di loro si è accorto della presenza del domestico, uno straniero di una quarantina di anni, ed ha subito avvertito i complici. L’uomo è stato dapprima spintonato, poi minacciato e infine messo nelle condizioni di non nuocere, con corda e bavaglio. I ladri hanno lavorato alcuni minuti, forse con una mazza o un piccone, per “sradicare” la cassaforte dal muro, poi se la sono filata di corsa. Il domestico ha faticato un po’ per liberarsi e dare l’allarme, ma alla fine c’è riuscito e un’ora dopo il colpo, intorno alla villa era tutto un pullulare di carabinieri, giunti dalle caserme di Narni e Narni Scalo e dal comando provinciale di Terni. Sono subito scattate le ricerche dei rapinatori, ma senza esito. E’ stato ascoltato il domestico che è stato poi accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Narni per essere visitato dai medici. L’uomo era sotto shock e lamentava anche qualche ammaccatura qua e la. I carabinieri della scientifica hanno passato al setaccio tutte le stanze attraversate dai ladri ed ora stanno effettuando i riscontri di rito. Nella cassaforte sembra ci fosse del denaro e anche oggetti preziosi il cui valore non è stato ancora quantificato dai proprietari. Nella stessa zona quattro anni fa era stata compiuta un’altra rapina che aveva fruttato un bottino sostanzioso, circa tre milioni di euro in soldi e gioielli. I banditi erano riusciti a farla franca ma dopo una decina di mesi erano stati acciuffati; qualcuno di loro era già in galera per altri reati. La villa rapinata sabato scorso si trova poco lontano da quella presa di mira nel 2005; entrambe hanno come comune denominatore il fatto che sono abbastanza isolate dalle altre case e quindi per questo più vulnerabili.
18/11/2009 ore 0:25
Torna su