22/10/2019 ore 02:42
Terni: la Guardia di Finanza entra nelle scuole, le Fiamme Gialle hanno incontrato i bambini delle elementari
Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Terni, nell’ambito dell’attività di comunicazione istituzionale del Corpo, promossa dal Comando Generale della Guardia di Finanza, ha continuato il percorso di incontri già avviato nel mese di maggio con i bambini delle scuole primarie della città. Tale progetto, considerato il contenuto altamente educativo, ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, del Ministero della Gioventù e del Comitato italiano per l’Unicef. Nei giorni scorsi, ispettori del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Terni hanno incontrato gli alunni delle classi terze, quarte e quinte degli Istituti Scolastici “G. Oberdan” di Terni e dell’Istituto comprensivo di Acquasparta. Nel corso degli incontri, è stato illustrato il contenuto del fumetto "Finzy il Grifone" edito dall’Ente Editoriale per il Corpo della Guardia, che si è rilevato uno strumento comunicativo duttile, accattivante e di immediata percezione, alle giovani platee. Attraverso tale strumento di comunicazione è stato possibile illustrare, in modo semplice e comprensibile, la moderna missione del Corpo quale polizia economica e finanziaria vicina all’esigenze dei cittadini di qualunque età, sensibilizzando i piccoli intervenuti circa i temi della legalità quale premessa formativa indispensabile per la diffusione della cultura del rispetto delle norme democratiche e dei valori civili. L’incontro è stato integrato con la proiezione di un video istituzionale che ha illustrato la componente Aeronavale ed il Servizio Cinofilo del Corpo, consentendo in tal modo l’immediata percezione da parte dei piccoli frequentatori delle tematiche trattate. Al termine degli incontri sono state distribuite numerose copie della pubblicazione. I bambini, estremamente interessati e partecipi all’incontro, hanno interagito con i relatori ponendo numerose domande, inerenti sia l’attività istituzionale sia realtà attuali quali la lotta al traffico delle sostanze stupefacenti, l’azione di contrasto all’immigrazione clandestina ed il commercio di prodotti contraffatti. Di contro, i militari che hanno tenuto gli incontri, sono stati favorevolmente impressionati dal tenore delle domande formulate dai piccoli frequentatori che in taluni casi sono riusciti ad entrare nel merito delle problematiche affrontate, denotando consapevolezza degli argomenti trattati. In particolare i bambini hanno mostrato, nonostante la giovanissima età, sensibilità nei confronti di tematiche quali la lotta al traffico di stupefacenti, il fenomeno dell’immigrazione ed il commercio di giocattoli contraffati e, quindi, non sicuri. Anche il corpo docente degli istituti scolastici visitati, ha espresso viva soddisfazione per l’iniziativa posta in essere e per l’interesse suscitato dagli argomenti trattati, nei giovani alunni, auspicando il ripetersi di tali iniziative.
(Foto di repertorio)
22/11/2009 ore 5:04
Torna su