17/10/2019 ore 15:40
Si "atteggiano" a poliziotti e vanno in giro con paletta e lampeggiante blu, denunciati tre 30enni ternani
Beccati con un lampeggiante blu in macchina. Tre giovani ternani, tutti di 30 anni, che viaggiavano a bordo di una utilitaria, sono stati fermati da una pattuglia della Volante in via Curio Dentato. Nel corso dei controlli dall’abitacolo dell’auto è spuntato un lampeggiante di colore blu in dotazione alle forze di polizia, nonché di una paletta per segnalazione stradale. I tre venivano così sottoposti ad immediata perquisizione che portava al rinvenimento di alcuni tesserini e placche di identificazione con la scritta “polizia”. Gli agenti appuravano inoltre, che i tre, poco prima, avevano effettuato in maniera plateale un controllo ad un soggetto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari ritenendolo responsabile del furto di un veicolo. Gli accertamenti portavano ad effettuare la perquisizione domiciliare presso l’abitazione di quello che si definiva “Il maresciallo”, trovando presso la sua abitazione una carabina ad aria compressa, un’arma utilizzata nelle arti marziali, ricetrasmittenti, un registro nel quale risultavano annotati i nomi degli iscritti a quella sorta di sodalizio, le quote versate, le incombenze varie.
Tutto il materiale è stato sequestrato dalla polizia, mentre le persone fermate sono state denunciate alla Procura della Repubblica, per il momento per la violazione di cui all’art.497/Ter C.P. (possesso di segni distintivi contraffatti) avendo “in uso segni distintivi o documenti in uso ai Corpi di Polizia ovvero oggetti o documenti che ne simulino la funzione”. Per la carabina dovranno essere svolti esami tecnici per individuarne la potenza e quindi la relativa catalogazione. Sono in corso ulteriori accertamenti presso la Prefettura di Terni onde appurare se i tre ternani fossero autorizzati ad espletare le funzioni di “ ronda” come stabilito dal c.d. “pacchetto sicurezza” in vigore dallo scorso mese di agosto.
(Foto di repertorio)
15/11/2009 ore 5:30
Torna su