19/11/2019 ore 13:14
Niente diossina nelle olive raccolte intorno a Vascigliano, la Asl 4 rassicura la Coldiretti
Le olive non sono contaminate dalla diossina. Quindi si possono utilizzare per la spremitura e l'olio prodotto può essere consumato tranquillamente dalle persone. la conferma è arrivata dalle autorità sanitarie che si sono incontrate con i vertici provinciali della Coldiretti. Il presidente e il coordinatore della Coldiretti di Terni, Massimo Manni e Massimo Casertano hanno infatti incontrato i vertici dell’Asl 4 di Terni per fare il punto della situazione sullo stato attuale dei controlli e sulle modalità operative che verranno messe in campo nei prossimi giorni dagli organismi tecnici e scientifici. "Nel corso dell’incontro - si legge in un comunicato diffuso dall'ufficio stampa della Asl 4 - i dirigenti di Coldiretti hanno rappresentato le difficoltà in cui operano le imprese agricole in seguito al rogo della società Ecorecuperi e chiesto chiarimenti su alcuni provvedimenti in atto. La direzione dell’Asl 4, rispondendo ai quesiti dei dirigenti della Coldiretti, ha anzitutto garantito che i risultati dei numerosi campionamenti sin qui effettuati sulle olive risultano negativi e comunque ben al di sotto dei limiti di legge. Questo prodotto - recita la nota - può essere quindi tranquillamente lavorato, trasformato e commercializzato. Il direttore generale della Asl 4 Vincenzo Panella e la direttrice Flavia Pirola hanno confermato l’impegno dell’azienda a proseguire i controlli nell’area interessata con uno stretto coordinamento con gli istituti scientifici competenti. Il presidente e il coordinatore della Coldiretti si sono dichiarati soddisfatti del clima costruttivo di questo primo incontro cui ne seguiranno altri sin dalla prossima settimana. La Coldiretti si è impegnata a raccogliere tutte le richieste e le istanze dei propri soci e a rappresentarle al gruppo di lavoro tecnico e scientifico dell’Asl 4 provinciale impegnato nel piano dei controlli".
5/11/2009 ore 12:29
Torna su