13/11/2019 ore 14:09
Scoperti dalla Guardia di Finanza fratello e sorella ternani che in due anni hanno evaso più di 1milione di euro al Fisco
Fratello e sorella. Talmente affiatati da mettere in piedi una società attraverso la quale, nel giro di un paio di anni, avevano frodato al Fisco qualcosa come un milione di euro. Ma sono statis coperti dalla Guardia di Fianzna ed ora dovranno rispondere di tutta una serie di inadempienze. Sono stati gli agenti del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Terni a scoprire i due evasori fiscali. Oltre un milione di euro i ricavi non dichiarati al Fisco. I due avevano aperto una impresa artigiana nel cricondario di Terni, che si occupava di fornire servizi a imprese, e che aveva un sistema di tenuta della contabilità formalmente ineccepibile. La società, costituita sotto forma di srl emetteva regolarmente le fatture, teneva aggiornato il relativo registro, annotava i documenti fiscali emessi, calcolava anche l’imposta da versare; ma poi ometteva la dichiarazione dei redditi ai fini delle imposte dirette e ai fini del’IVA e non versava l’imposta comunque calcolata. In questo modo l’impresa ha sottratto a tassazione ricavi per gli anni 2007 e 2008 per un milione di euro, Imposta sul Valore Aggiunto per circa 100mila euro e Irap per 600mila euro circa. Il sistema di evasione, rivela la Guardia di Finanza, era già adottato in famiglia in un'altra azienda, della quale era rappresentante legale e amministratore la stessa donna. Si tratta di un'altra Srl operante nel medesimo settore ,con una clientela composta prevalentemente da privati, nella fattispecie dettaglianti. Anche in questo caso le Fiamme Gialle hanno accertato che l’impresa registrava regolarmente i corrispettivi derivanti dai servizi effettuati, ma non presentava la dichiarazione e non versava alcun tipo di imposta; in questo modo per gli anni dal 2006 al 2008 sono stati nascosti al Fisco ricavi per circa 90mila euro, Iva per circa 11mila euro e Irap per 60mila euro.
22/10/2009 ore 11:43
Torna su