22/11/2019 ore 20:49
Ignoti distruggono di notte i quattro autovelox installati lungo la provinciale Capitonese
Hanno agito di notte, intorno alle 4, quando lungo la provinciale non passa un’anima. Chi li ha visti all’opera riferisce che avevano un cappuccio in testa, una sorta di passamontagna con il quale rendersi irriconoscibili. Certo è che il loro “lavoro” è stato eseguito a regola d’arte, tanto che appena si è fatto giorno è stato possibile fare la conta dei danni. I quattro “speed check”, installati di recente dalla Provincia di Terni lungo la provinciale Capitonese, a poca distanza dall’abitato de La Quercia, erano stati praticamente distrutti e resi inservibili. Un atto vandalico in piena regola, probabilmente studiato a tavolino dagli esecutori. I box metallici sarebbero stati presi a bastonate o forse a colpi di spranga, e gli sportellini divelti affinché chi ha compiuto questo grave gesto potesse mettere mano anche all’interno dei congegni e danneggiare ogni parte. Un chiaro gesto distruttivo, fatto da qualcuno che evidentemente non ha approvato la scelta della Provincia di dotare quel tratto di strada di apparecchiature che mettessero in qualche modo sotto controllo la velocità degli automobilisti. Quando è accaduto l’episodio, nella notte tra sabato e domenica, molti cittadini che abitano nei pressi degli autovelox sono stati svegliati dal rumore sordo dei colpi inferti ai box. Qualcuno è sceso in strada ed ha notato gli energumeni in azione. Sono stati chiamati i carabinieri ma quando è arrivata la pattuglia del radiomobile, dei vandali non c’era più traccia. I militari della stazione di Narni Scalo hanno subito avviato le indagini e sembra che stiano seguendo delle tracce interessanti che potrebbero portare alla individuazione dei colpevoli. L’amministrazione provinciale per parte sua presenterà, con ogni probabilità, una denuncia contro ignoti per danneggiamento.
30/9/2009 ore 1:58
Torna su