12/12/2019 ore 16:57
La polizia scopre un night club abusivo a Montefranco, all'interno si esibivano una ventina di ragazze straniere
Ballerine impegnate a fare “lap dance”, figuranti di sala e altri personaggi tipici di un night club. Al loro ingresso nel locale i poliziotti hanno trovato un’atmosfera tipica di un locale notturno in piena regola. Ma il locale era registrato come circolo privato, sebbene al suo interno poteva entrare chiunque, senza la necessità di mostrare la tessera di iscrizione che certificava, appunto, l’appartenenza al circolo. Ora il night club abusivo, che si trova a Montefranco lungo la Valnerina, rischia la chiusura da parte del sindaco. Gli agenti della squadra amministrativa e dell’ufficio immigrazione della Questura di Terni, insieme ai vigili urbani di Montefranco, sono entrati nel locale in piena notte ed hanno subito riscontrato numerose irregolarità. Sebbene il locale fosse stato avviato come circolo privato, tutti gli avventori identificati sono risultati sprovvisti di tessera sociale e completamente ignari della natura privatistica dello stesso. Accedendo dall’esterno non risultava alcuna indicazione che giustificava l’ingresso riservato ai soli soci e sia le insegne luminose che la pubblicità effettuata nei giorni precedenti all’apertura lasciavano intendere il carattere di esercizio pubblico a tutti gli effetti di legge. Al presidente del supposto circolo privato, un cittadino perugino di 59 anni, sono state elevate sanzioni amministrative relative alla mancanza della autorizzazione comunale per la somministrazione di alimenti e bevande (bar), nonchè per avere organizzato uno spettacolo pubblico di arte varia su pedana (lap dance ) senza licenza. al momento del controllo erano presenti 20 giovani cittadine (straniere e comunitarie), figuranti di sala e lavoratici artistiche, risultate in regola con la normativa sull’immigrazione. Trattandosi di attività condotta in difetto assoluto di autorizzazioni, verrà segnalata al sindaco del comune di Montefranco, ai fini della successiva ordinanza di cessazione immediata dell’attività.

(Foto di archivio)
28/9/2009 ore 13:25
Torna su