21/11/2019 ore 06:38
Terni: è allarme alcool tra i giovani, in Comune arriva la proposta di mettere sotto controllo i distributori automatici di bibite
Un'offensiva efficace contro l'abuso di bevande alcoliche da parte dei giovani. In realtà ci sarebbero anche le leggi in grado di contrastare il fenomeno, ma sembra difficile per le forze dell'ordine poterle attuare in modo costante. Dunque si pensa ad azioni alternative, in grado di arginare, quanto meno, il grave problema. Tra queste c'è l'idea di mettere sotto controllo i distributori automatici di bibite per evitare la somministrazione di alcolici ai minori di 16 anni. A chiederlo è il consigliere del PD Riccardo Giubilei in una interrogazione al sindaco. Giubilei rileva che in città da qualche tempo ci sono numerosi distributori automatici di cibo e bevande che operano 24 ore su 24. Tra le bevande figurano spesso birre e altri alcolici acquistabili introducendo le monete negli apparecchi. La normativa vigente però – ricorda il consigliere del PD - prevede l’esplicito divieto di somministrazione e vendita di bevande alcoliche ai minori di anni 16 (articolo 689 del Codice Penale). Si tratta di una norma di particolare attualità visto il crescente abuso di sostanze alcoliche tra i giovani e i giovanissimi.Per questo Giubilei chiede che l’amministrazione comunale si adoperi affinché anche negli esercizi commerciali con distributori automatici "sia inibita la vendita ai minori di anni 16 di alcolici, attraverso l’obbligo dell’esibizione di un documento o della tessera sanitaria, così come previsto per i distributori automatici di sigarette".
28/9/2009 ore 0:05
Torna su