19/01/2020 ore 13:47
Terni: mercoledi 2 settembre in Duomo messa di suffragio per ricordare don Fabio Leonardis
Ad un anno dalla scomparsa di don Fabio Leonardis, il capitolo della Cattedrale di Terni lo ricorda con una celebrazione in suffragio che si terrà mercoledì 2 settembre alle 18.30 nella Cattedrale di Terni. Don Fabio Leonardis, ordinato sacerdote il 22 ottobre del 1988, è stato direttore dell´Ufficio beni culturali della diocesi dal 1998, segretario della Consulta regionale per i beni culturali ecclesiastici, canonico del capitolo della Cattedrale di Terni, rettore della chiesa di Santa Maria degli Spiazzi, cavaliere dell´Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
Importante è stato il suo ruolo nella salvaguardia e tutela dei beni culturali ma soprattutto nella creazione di nuove opere d´arte sacra per le chiese, dove ha messo a disposizione il dono della creatività e dell´estetica che ha sempre difeso in nome della bellezza di Cristo. Un "mediatore culturale ecclesiastico", serio, affidabile, dal carattere forte, con lui si sono sviluppate le committenze per la cattedrale di Terni: le porte di Bruno Ceccobelli, il luoghi liturgici di Paolo Borghi, la decorazione parietale della controfacciata di Ricardo Cinalli, la cappella Maria madre della Chiesa dei russi Valerij Chernoritskij e Anastasia Sokolova, il pavimento di Eugenio Abruzzini oltre che ad alcuni arredi progettati direttamente dallo stesso don Fabio. Dal 2004 don Fabio è stato rettore della chiesa di Santa Maria degli Spiazzi a Terni, un luogo che egli ha pensato bene di dedicare agli artisti, ponendo sui suoi altari le opere da lui commissionate per poi trasferirle al Museo diocesano, una sperimentazione tra arte e preghiera e un vero e proprio laboratorio sperimentale di arte sacra, destinato ai fedeli che numerosi frequentano la piccola chiesa e che, a quanto pare, non sgradiscono i messaggi figurativi degli artisti. Un esperimento che ha interessato finora Oliviero Rainaldi, Franco Zefferino e Salvo Russo, ma che sarà proseguito anche da altri.
31/8/2009 ore 19:09
Torna su