27/01/2020 ore 15:56
Terni: il sindaco Di Girolamo incontra il presidente della Asl 4 Panella, i due hanno parlato del potenziamento dei servizi sanitari sul territorio
Prima uscita ufficiale, a Palazzo Spada, del neo direttore generale dell’Asl 4 provinciale dottor Vincenzo Panella. Il manager è stato ricevuto dal primo cittadino di Terni sen. Leopoldo Di Girolamo. Nel corso del cordiale incontro, protrattosi per oltre un’ora, Di Girolamo e Panella hanno confermato gli impegni congiunti per il consolidamento e il potenziamento dei servizi sanitari sul territorio, a beneficio della tutela della salute della comunità ternana. In particolare sono stati affrontati, in modo approfondito, i temi dell’integrazione tra ASL 4 e Azienda Ospedaliera “Santa Maria”, per garantire una sempre migliore qualità delle prestazioni in direzione soprattutto delle fasce più deboli della popolazione, in considerazione anche dell’innalzamento dell’età media dei cittadini. E’ stato inoltre espresso un giudizio positivo sul livello dei servizi garantiti nella nostra realtà, assicurando un impegno comune anche nei confronti della Regione dell’Umbria affinché vengano messe a disposizione le risorse necessarie, già stanziate e in fase di erogazione, per il rafforzamento della rete di cura e assistenza sul territorio, sia in termini di riqualificazione delle strutture e di adeguamento della pianta organica che sul versante dell’innovazione tecnologica. Si tratta - è stato sottolineato sia dal Sindaco che dal Direttore Generale dell’ASL 4 - di elementi necessari per rispondere sempre meglio ai vecchi e nuovi bisogni della popolazione e per rendere il nostro sistema sanitario comunale e provinciale sempre più attrattivo e competitivo rispetto alle altre realtà dell’Italia centrale. Di Girolamo e Panella hanno esaminato infine le maggiori emergenze sanitarie presenti sul territorio, con riferimento particolare alla vicenda della Ecorecuperi di Stroncone, rispetto alla quale la ASL è già impegnata negli atti di sua competenza a tutela della salute pubblica e occorrerà – è stato sottolineato – una costante e periodica opera di controllo e di informazione diffusa e ragionata verso i cittadini.
27/8/2009 ore 16:29
Torna su