01/10/2020 ore 06:49
Terni: denunce e multe per alcuni titolari di locali pubblici del centro e della periferia per inosservanza delle leggi
Nuovi controlli sulle attività notturne dei locali pubblici ternani da parte della Polizia Municipale hanno portato a una denuncia e a sanzioni amministrative per un totale di circa cinquemila euro. Il Gruppo Operativo della Polizia Commerciale e Amministrativa diretto dal tenente Sergio Cari, anche con agenti in borghese, tra venerdì e sabato ha verificato la regolarità della gestione di molti esercizi pubblici sotto diversi aspetti. Primo fra tutti quello della somministrazione di alcolici, alla luce delle normative in vigore, in particolare per quel che riguarda il divieto della vendita di alcolici ai minori di 16 anni e le limitazioni imposte dalla legge 88 del 2009, entrata in vigore il 29 luglio scorso, con il divieto totale di somministrazione di alcolici da parte di ambulanti su aree pubbliche. Al termine dei controlli gli agenti della Polizia Municipale hanno denunciato alla Procura della Repubblica un locale del centro storico perché non rispettava un’ordinanza sindacale a suo carico che imponeva il divieto di prosecuzione dell’attività. Un altro esercizio pubblico del centro è stato sanzionato perché effettuava intrattenimento con piano bar senza autorizzazione. Una pizzeria in una zona periferica della città è invece risultata totalmente abusiva in quanto operava senza licenza e autorizzazioni. In questo caso oltre alle sanzioni scatterà anche un’ordinanza di chiusura. Infine altre sanzioni minori sono state comminate a locali del centro per il mancato rispetto dell’ordinanza a tutela della quiete pubblica, in riferimento all’inquinamento acustico.
11/8/2009 ore 0:32
Torna su