12/12/2019 ore 17:24
Terni e Rieti progettano iniziative di sviluppo dell'area che si estende dalla Cascata ai Parchi del Nera e del Velino
Porterà dei buoni frutti l'incontro svoltosi ultimamente fra i rappresentanti istituzionali umbri e laziali. All'incontro hanno partecipato il presidente della Provincia di Terni Feliciano Polli, quello della Provincia di Rieti Fabio Melilli, unitamente all’assessore al Turismo Alessandro Mezzetti e il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo. Durante la riunione, che ha fatto seguito ai contatti dei mesi scorsi, si è parlato soprattutto dell’avvio e dello sviluppo del progetto per la valorizzazione a fini turistici dell’area Cascata delle Marmore, Lago di Piediluco, Parco del Nera e del Velino e che interesserà anche alcuni territori circostanti mettendo in rete le realtà confinanti fra ternano e reatino. Nel progetto, che vedrà coinvolti istituzioni, imprenditori privati e istituti di credito, verrà inserita anche una parte dell’antica Via Francigena che passando per la Salaria arriva fino a San Pietro a Roma la quale darà un significato particolare all’offerta turistica valorizzando anche le attività private della zona e dando slancio e impulso ad un territorio fra il ternano e il reatino che ha grandi potenzialità. Giudizio positivo è stato espresso dal presidente Polli: “si tratta di un’iniziativa di ampio respiro finalizzata far fare il salto di qualità al settore turistico mettendo in rete le eccellenze dei due territori confinanti per fare sistema e potenziare il movimento turistico complessivo, incentivando affluenze e presenze in maniera innovativa”. “E’ un progetto molto interessante – ha aggiunto Di Girolamo – per i suoi risvolti turistici e che punta ad incentivare un circuito virtuoso per aumentare le presenze di visitatori su Terni e il suo territorio, creando i presupposti per sviluppare filoni economici alternativi a quelli sui quali poggia attualmente il tessuto provinciale“. “La collaborazione con la Provincia di Terni – hanno poi commentato il presidente Melilli e l’assessore mezzetti – è finalizzata a favorire un progetto turistico che partendo da Greccio e Piediluco sappia tracciare un percorso innovativo che qualifichi l’offerta, sfrutti le attuali potenzialità e le valorizzi a favore della crescita complessiva del settore. Mettere in rete i due territori significa anche aprire i confini in modo concreto, sfruttando le opportunità offerte dalle grandi attrattive turistiche e dalle nuove infrastrutture viarie di prossima apertura”.
20/9/2009 ore 0:29
Torna su