01/10/2020 ore 06:03
La Regione approva la graduatoria dei Puc 2, milioni di euro in arrivo per la riqualificazione dei centri storici di Terni, Narni e Amelia
La Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alla riqualificazione urbana e ai Centri Storici Silvano Rometti, ha approvato la graduatoria per la realizzazione dei Programmi integrati di sviluppo urbano, i PUC 2, finalizzati all’incremento dell’attrattività e della qualità delle città umbre e dei loro centri storici. Per dieci dei 17 Comuni ammessi in graduatoria sono già pronte le risorse necessarie all’attuazione degli interventi. “Oltre sessantacinque milioni di euro – hanno sottolineato Rometti e la presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti – ai quali si aggiungeranno circa 150 milioni di euro di investimenti da parte dei Comuni e dei privati. Si tratta di interventi che incideranno sensibilmente sul tessuto urbano, produttivo, sociale ed economico dei comuni finanziati. I PUC 2 – hanno spiegato – costituiscono uno degli assi portanti delle politiche regionali di settore per accrescere la competitività del ‘sistema Umbria’ a partire proprio dai suoi centri storici, come previsto anche dalla legge in materia recentemente approvata dal Consiglio regionale. L’obiettivo è di andare al recupero, riutilizzo e rivitalizzazione delle aree urbane, ma anche di promuovere il potenziamento delle attività economiche e dei servizi, il reinsediamento degli abitanti e di garantire la sostenibilità ambientale delle opere che si andranno a realizzare, migliorando la qualità urbana e la sicurezza delle città. Tutti i PUC in graduatoria hanno evidenziato una eccellente capacità progettuale. Da qui la volontà della Giunta regionale a reperire nel più breve tempo possibile le risorse necessarie all’attuazione del maggior numero dei Programmi ammessi, e ciò in attesa che il Governo nazionale sblocchi le risorse del Fondo per le Aree Sottosviluppate”. “La mancata assegnazione alle Regioni del fondo FAS – hanno sottolineato l’assessore e la Presidente – dimostra la totale inadempienza del Governo, in quanto queste risorse potrebbero essere proficuamente utilizzate per interventi di riqualificazione urbana come questi e per altre politiche di fondamentale importanza per l’Umbria. Nell’immediato, secondo ordine di graduatoria, la Regione favorirà la messa a punto della progettazione esecutiva degli interventi pubblici e l’attivazione di quelli privati nei PUC 2 di Marsciano e Città di Castello”.
Questi i comuni finanziati con l’indicazione a fianco di ciascuno del nome del PUC 2 e dell’importo dei contributi regionali:

Spoleto: "Spoleto Piazza delle Eccellenze"
7.515.325,95

Amelia: "Salire dentro la storia per rivivere la città"
5.291.182,75

Narni: "Nuove centralità dalla tradizione alla cultura della contemporaneità"
7.515.325,95

Perugia: "Riqualificazione integrata per parti - Rivitalizzazione diffusa"
7.500.250,21

Foligno: "Foligno c'entro"
7.515.325,95

Castiglione del Lago: "La città del Lago"
5.827.115,82

Terni: "Un Centro da Favola. Realizzare la città immaginata"
7.515.325,95

Umbertide: "Forum urbano nel parco"
5.952.283,76

Gubbio: "Nova civitas: riconquistare la centralità"
6.575.910,21

Todi: "Le aree urbane del Colle di Todi - Il centro antico e le espansioni recenti"
4.545.549,35

Totale
65.753.595,90
(Nella foto una veduta di Amelia)
30/7/2009 ore 0:10
Torna su