28/11/2020 ore 11:37
Titolare di una pompa di benzina evade per due anni di seguito le tasse, quasi un milione di euro la somma non dichiarata al Fisco
Ancora un evasore totale. Questa volta un benzinaio che per due anni ha nascosto al Fisco la considerevole cifra di quasi un milione di euro. Il Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Terni ha scoperto un esercente l’attività di vendita al dettaglio di carburante per autotrazione che per due annualità non ha mai presentato dichiarazione dei redditi. L’importo non dichiarato al Fisco è di oltre 850mila euro con una Imposta sul Valore Aggiunto evasa per circa 80mila euro. L’attività svolta ha consentito anche di accertare l’impiego di un lavoratore non in regola sotto il profilo contributivo. La scoperta dell’evasione fiscale è avvenuta nell’ambito di una serie di controlli che le Fiamme Gialle hanno operato in provincia di Terni nei confronti di 15 tra distributori stradali e depositi di oli minerali. L’attività svolta ha avuto per oggetto il controllo delle giacenza dei prodotti petroliferi, nonché in alcuni casi la verifica della corretta taratura degli strumenti utilizzati per l’erogazione del prodotto. Giungono, infatti, talora segnalazioni di utenti che lamentano una presunta fornitura di benzina o gasolio a mezzo sistemi di erogazione alterati o comunque per quantitativi non corrispondenti al prezzo pagato. In questo ambito i controlli della Guardia di Finanza non hanno evidenziato irregolarità. È emerso invece il caso abbastanza eclatante di un esercente di un distributore stradale, il quale a fronte delle cessioni di benzina e gasolio non ha mai dichiarato i relativi importi al Fisco.
16/7/2009 ore 13:10
Torna su