21/02/2020 ore 07:42
La polizia provinciale denuncia un trentenne ternano sorpreso a pescare di frodo lungo il fiume Nera
La Polizia provinciale di Terni ha denunciato un ternano di trent’anni, D.L., per pesca in zona di divieto e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo è stato individuato dagli agenti di Palazzo Bazzani in riva al Nera nel tratto di frega tra i ponti di Casteldilago e Arrone grazie anche alla collaborazione delle guardie volontarie di Arcipesca. Alla vista degli agenti il giovane ha tentato la fuga, abbandonando tutta l’attrezzatura e gettandosi nel fiume in una zona in cui il livello delle acque risulta consistente. Una volta estratto dal Nera, gli agenti hanno verificato la mancanza di documenti di identità, contestandogli anche altre varie violazioni di legge tra cui, appunto, la resistenza a pubblico ufficiale. Sul posto sono stati successivamente chiamati anche i carabinieri della locale stazione.
(Foto di archivio)
22/5/2009 ore 17:00
Torna su