23/01/2020 ore 08:13
Giove: sequestrato un deposito di fuochi artificiali, denunciato il titolare
Mancavano gli estremi per una totale sicurezza di quella costruzione che avrebbe dovuto contenere niente di meno che fuochi d'artificio. Per questa ragione il deposito, situato in una zona periferica del comune di Giove è stato posto sotto sequestro dagli agenti della sezione amministrativa della questura di Terni. Il titolare, un quarantatreenne del posto, è stato denunciato a piede libero per violazione delle prescrizioni di sicurezza indicate dalla Prefettura. Nel 1992 l'uomo aveva avanzato la richiesta alla Prefettura di costruire il deposito di fuochi pirotecnici classificati come legali e non pericolosi; lui stesso aveva presentato il progetto conforme alle disposizioni di legge ed aveva successivamente provveduto a realizzare il deposito. Nei giorni scorsi, però, la polizia ha compiuto un controllo, e qui è venuto fuori che il deposito, al cui interno non c'era nulla, non era mai stato accatastato; non solo:, è emerso infatti che erano state fatte delle modifiche rispetto al progetto autorizzato, ed erano state violate le norme di sicurezza prescritte dalla Prefettura. Come se non bastasse, la polizia ha rilevato che a fianco della struttura originaria erano stati costruiti abusivamente altri due edifici. Insomma tutta una serie di irregolarità che sono costate la denuncia al 44enne giovese, al quale, come atto conseguenziale la Prefettura ha revocato la licenza.
23/4/2009 ore 1:43
Torna su