10/08/2020 ore 22:46
Terni: entro giugno verranno completati i lavori di costruzione della nuova Facoltà di Medicina e Chirurgia
I lavori della nuova Sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia di Terni saranno consegnati a giugno, nel rispetto del cronoprogramma, consentendo l'avvio della didattica nella struttura già con l'inizio dell'anno accademico 2009-2010. L'annuncio è stato dato da Ciano Ricci Feliziani, presidente del Consorzio per il completamento del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia, e dal preside dela Facoltà, Adolfo Puxeddu. “Sulla base di un incarico conferito allo scopo dal Consorzio universitario generalista – ha spiegato Ricci Feliziani – si è costituito un gruppo tecnico-scientifico per l’elaborazione di un progetto di massima e per la definizione di un piano del fabbisogno economico e del cronoprogramma per procedere per step all’allestimento delle strutture, secondo i più moderni canoni scientifici e le esigenze del corpo docente e di ricerca dell’Università”.
Il fabbisogno complessivo per le attrezzature è stato stimato in 2.650.000 euro, così ripartiti: dotazione aule didattiche e servizi 700.000 euro, attrezzature per laboratori 900.000 euro, aula magna 600.000 euro, stabulario 450.000 euro. “In questo contesto, è di tutta evidenza la necessità di lavorare fin da ora alla copertura economica dell'intero ammontare del fabbisogno relativo all’allestimento della Nuova Sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia – hanno detto Ricci Feliziani e Puxeddu - anche al fine di consentire al Consorzio di Medicina e al gruppo di lavoro tecnico di procedere all'elaborazione e all'attuazione di un progetto esecutivo per la dotazione materiale della struttura. Si rivolge pertanto un auspicio, rivolto ai soci consortili, all'amministrazione comunale e al Consorzio generalista, affinché tale obiettivo sia inserito al primo posto dell'agenda degli impegni da assumere sul versante dello sviluppo e del radicamento dell'attività accademica e di quella della ricerca a Terni”. Il sindaco Raffaelli, presidente del Consorzio per lo sviluppo del Polo Universitario della provincia di Terni, ha annunciato per lunedì la riunione del consiglio di amministrazione dell'organismo, che provvederà a destinare all'obiettivo di finanziare il primo modulo di attrezzature e arredi per complessivi 800 mila euro. “Tali fondi saranno reperiti attraverso il contributo biennale 2008-09 della Fondazione Carit per 450 mila euro, lo stanziamento di 100 mila euro dei residui di bilancio del Consorzio provinciale e, infine, la disponibilità di 250mila euro di fondi per investimenti da parte del bilanciod el Comune di Terni”. Raffaelli ha chiarito che, seguendo questa tendenza, in un triennio sarà possibile coprire l'intero fabbisogno ed ha mosso un appello all'Università di Perugia affinché partecipi anche agli investimenti strutturali nella provincia di Terni. Il sindaco ha infine ricordato la massa degli investimenti pubblici per le strutture universitarie: agli oltre 15 milioni per la Facoltà di Medicina, si aggiungono gli 8 stanziati dalla Regione per l'acquisto del Polo di Pentima ed i 6 che saranno destinati al Campus di San Valentino.
(Nella foto un momento del sopralluogo effettuato dalle autorità presso la nuova facoltà di Medicina)
24/4/2009 ore 1:40
Torna su