18/09/2020 ore 14:46
Cultura: in aumento i visitatori nei musei dell'Umbria, nel 2009 la Regione spenderà 850mila euro per la loro ulteriore valorizzazione
È complessivamente positivo il “trend” delle affluenze registrate nel 2008 nei musei umbri di enti locali e di interesse locale, privati ed ecclesiastici, di competenza regionale. Dai dati forniti dall’Assessorato alla Cultura della Regione Umbria, si rileva che il numero dei visitatori lo scorso anno è stato pari a 1.053.384 (dati relativi a 93 dei 122 musei censiti), a fronte dei 902.767 nel 2007 (dati relativi a 87 strutture che hanno fornito i dati). La tendenza positiva è confermata se, dal totale, si estrapolano i dati che riguardano i soli musei (in tutto 104) aderenti al Sistema Museale regionale umbro. In questo caso, le presenze sono cresciute dalle 635.571 (dati relativi a 69 strutture che hanno fornito i dati) registrate nel 2007 alle 674.252 dello scorso anno (dati relativi a 73 strutture). Per l’Assessorato regionale alla Cultura, si tratta di una complessiva tendenza positiva, e non si può parlare di un calo di presenze come ha sostenuto nei giorni scorsi la Uil beni culturali riferendosi ai soli musei statali, che conforta gli investimenti che la Regione Umbria ha fatto e continua a fare nell’opera di valorizzazione del patrimonio museale. Un aumento che, oltre che per un numero maggiore di strutture che hanno fornito i dati, trova spiegazione nelle iniziative prese, tra cui la partecipazione di Spello e di altri musei umbri alla mostra dedicata al Pintoricchio. Il Sistema Museale Umbro, rilevano dall’Assessorato, rappresenta per l’Umbria uno dei maggiori attrattori turistici, in grado di veicolare un numero sempre maggiore di persone, italiani e stranieri, a soggiornare e visitare i tanti musei presenti nelle città umbre. Per questo motivo, considerando il Sistema Museale Umbro una componente trainante dell’economia, nonostante l’attuale contingenza economica, la Giunta regionale prosegue nell’opera di salvaguardia e valorizzazione di un patrimonio diffuso in tante realtà locali, grandi e piccoli centri, e di grande importanza per lo sviluppo regionale. Per interventi di valorizzazione e salvaguardia di Musei, raccolte ed altre strutture di enti pubblici, privati ed ecclesiastici la Regione Umbria ha impegnato circa 850mila euro nel bilancio di previsione 2009.
26/4/2009 ore 2:06
Torna su