18/11/2019 ore 06:36
Ossessionava una signora con continui pedinamenti, denunciato un 40enne per "stalking"
Segnalato per stalking. E' il primo caso che si registra nella nostra provincia ed ha visto protagonista un 40enne residente nella zona di Orvieto. La segnalazione è stata fatta alla Procura da parte dei militari della Tenenza della Guardia di Finanza. Una quarantacinquenne, sposata e con figli residente nel comprensorio orvietano, dopo aver conosciuto gradualmente tutti gli stati d’animo provocati dalla costante molestia e persecuzione costretta a subire suo malgrado da uno sconosciuto quarantenne, anch’esso residente nel comprensorio, ha riferito quanto le stava accadendo al proprio consorte ed insieme hanno deciso di recarsi presso la caserma delle Fiamme Gialle, per presentare querela contro ignoti. La donna ha riferito che da oltre tre mesi era vittima di una vera e propria persecuzione da parte di uno sconosciuto il quale prima con pedinamenti, poi con biglietti lasciati sulla propria autovettura, fino ad arrivare a telefonare a casa e sostare sotto la propria abitazione, continuava ad importunarla nonostante già dalla prima volta che si era manifestato lei lo avesse allontanato malamente. L’uomo, come emerso successivamente, conosceva bene gli spostamenti della donna, e non ultimo l’abitazione e il luogo di lavoro. Ricevuta la querela le Fiamme Gialle orvietane si sono subito messi all’opera per identificare lo “stalker” e nel corso delle indagini, i finanzieri intercettavano il persecutore della donna proprio mentre pedinava con la propria autovettura la vittima delle molestie. Così iniziava una sorta di pedinamento a tre, la donna che percorreva il proprio itinerario lo “stalker” che seguiva la donna e gli agenti della Finanza appresso. Arrivata in un parcheggio, e rassicurata dalla presenza dei militari in borghese, la donna ha parcheggiato la propria autovettura per poi recarsi a piedi verso l’uscita. Anche qui il molestatore cominciava un pedinamento a passo veloce non accorgendosi di essere a sua volta inseguito, ed un istante prima che raggiungesse la donna è stato fermato dai finanzieri, che dopo averlo perquisto gli hanno trovato addosso l’ennesimo biglietto che conteneva “avances”, identico ai tanti altri che egli aveva già lasciato in precdenza sul tergicristallo dell'auto della vittima. L’ultimo agguato dello stalker è terminato negli uffici della Tenenza orvietana, dove i finanzieri dopo aver sentito il magistrato di turno hanno denunziato l’uomo a piede libero per “stalking”. Nei confronti dell’uomo sono stati emessi i primi provvedimenti interdittivi da parte del giudice per le indagini preliminari che gli vietano di frequentare tutti i luoghi frequentati di norma dalla propria vittima, l’eventuale inosservanza di tale provvedimento aprirà allo stalker le porte del carcere.
E la legge in questi casi prevede pene detentive che vanno dai 6 mesi ai 4 anni.





16/4/2009 ore 14:55
Torna su