13/11/2019 ore 14:12
Terremoto nella notte, il sisma ha colpito varie provincie di Abruzzo, Lazio e Umbria, ma i danni maggiori si sono registrati a L'Aquila
Una forte e lunga scossa di terremoto si registrata alle 3.32 di questa notte in molte localit del centro Italia. Si parla di 5,9 gradi della Scala Richter, pari al 7/8 grado della Scala Mercalli. L'epicentro, stando alle prime notizie diffuse dalla Protezione Civile, stato registrato nella zone de L'Aquila, dove la terra aveva gi tremato, e anche piuttosto forte, nei giorni scorsi. La scossa stata avvertita con violenza anche nella nostra provincia ed stata particolarmente lunga. Ma la terra ha tremato forte anche a Roma, nei castelli romani, nel viterbese e nel reatino. Sono in corso accertamenti per rilevare eventuali danni da parte della Protezione Civile e di vigili del fuoco di tutte le regioni interessate. Sembra comunque che a L'Aquila la situazione sia particolarmente difficile; in alcune zone del capoluogo abruzzese sarebbe addirittura saltata la corrente elettrica e si sarebbero verificati crolli in moltissime abitazioni. La gente tutta in strada, sebbene le scosse delle ultime settimane avevano in qualche modo "abituato" i cittadini a convivere con i frequentri movimenti tellurici. Il sisma di questa notte oltre ad essere stato molto violento si caratterizzato per la sua durata: circa una quindicina di interminabili secondi che hanno creato panico. Ieri sera (domenica) altre due scosse si erano regiostrate a L'Aquila: la prima intonro alle 21,48 (4 grado Scala Richter), l'altra alle 22,39 (3,5 gradi S. Richter).
6/4/2009 ore 3:47
Torna su