17/10/2019 ore 15:14
Terni: torna la "guerra" dei tavoli all'aperto, la Concommercio chiede di anticiparne la collocazione al 9 aprile
Ricomincia la "guerra" dei tavoli all'aperto. Da una parte gli esercenti chiedono di poter anticipare di alcuni giorni la possibilità di collocare i tavoli fuori dai loro locali, dall'altra ci sono centinaia di cittadini che abitando nei pressi degli stessi locali vedono come il fumo negli occhi l'arrivo della bella stagione che porta con se, per l'appunto, i maggiori rumori provocati dalla gente che si intrattiene all'esterno di bar, pub e ristoranti. La Confcommercio di Terni, come è giusto che sia, difende gli interessi dei propri associati e facendo propria l´istanza di questi ultimi, che a loro volta si rendono interpreti delle esigenze dei consumatori ternani e non, ha inviato al Comune di Terni la richiesta ufficiale di anticipare il periodo in cui è consentita l´occupazione del suolo pubblico negli spazi prospicienti le attività di bar, pub e similari. La richiesta è motivata, oltre che dal quadro climatico e meteorologico che sta ormai prefigurando l´inizio della stagione primaverile, dalla crisi dei consumi in atto che impone alle aziende che non vogliono effettuare un ridimensionamento occupazionale, di ampliare le opportunità ed i servizi offerti ai propri utenti. La richiesta prevede la possibilità di collocare i tavoli all´aperto da giovedì 9 aprile fino a tutto il 4 ottobre. Non mancheranno polemiche e proteste, anche se va ricordato che rispetto a molte altre città italiane Terni sembra essere quella più ostile riguardo alle norme che regolano la collocazione di tavoli al'aperto. Beninteso, sono comprensibili le proteste della gente che si lamenta per rumori e schiamazzi; forse per tagliare la testa al toro ci vorrebbero più controlli da parte delle forze dell'ordine e una maggiore collaborazione da parte degli esercenti che dovrebbero essere i primi controllori dei loro clienti. Si può stare all'aperto anche senza lasciarsi andare ad urla e schiamazzi e se chi si comporta in modo incivile venisse allontanato, forse ci sarebbe più tolleranza anche da parte dei cittadini.
(foto di archivio)
26/3/2009 ore 1:21
Torna su