13/10/2019 ore 23:14
Arresti e denunce dei carabinieri, espulse due lucciole nigeriane sorprese nella zona dello Stadio
Controlli serrati dei carabinieri della Compagnia di Terni che nelle ultime ore hanno eseguito arresti e denunce. I militari dell’aliquota Radiomobile, nel corso di servizi mirati al contrasto all’immigrazione clandestina, hanno tratto in arresto una cittadina extracomunitaria resasi inottemperante ad un ordine di espulsione. La donna, 25enne di origine nigeriana, priva di documenti, è stata sorpresa nottetempo dai carabinieri nei pressi del Foro Boario, ed è stata condotta in caserma per accertamenti. A seguito dei controlli la donna è risultata inottemperante ad un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Roma a lasciare il territorio nazionale entro 5 giorni. La nigeriana è stata quindi tratta in arresto e messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. I carabinieri di Collescipoli nel corso di un altro controllo hanno verificato che un'altra cittadina nigeriana non era in regola con il permesso di soggiorno e quindi è stata portata in Questura per la notifica del decreto di espulsione.
In un'altra operazione i carabinieri della stazione di Acquasparta, hanno tratto in arresto un cittadino del posto in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Terni, dovendo scontare 40 giorni di arresto. Il 21enne, già noto alle forze dell’ordine, era risultato più volte inottemperante agli obblighi impostigli. Segnalate quindi le violazioni al tribunale, veniva emesso dalla Procura l’ordine di carcerazione eseguito. Infine, ancora i militari del Radiomobile, durante un servizio perlustrativo, hanno sorpreso una donna romena di etnia Rom nota alle forze dell’ordine, nel parcheggio dell'ospedale. Dagli accertamenti i militari hanno constatato che la donna era inottemperante ad un decreto di allontanamento dal territorio italiano poiché cessate le condizioni che determinano il diritto di soggiorno e quindi denunciata in stato di libertà. La stessa è stata anche contravvenzionata per aver abusivamente esercitato l’attività di parcheggiatrice e sequestrati circa 250 euro proventi dell’illecito esercizio.


21/3/2009 ore 1:49
Torna su