19/01/2020 ore 14:57
Viabilità: la Provincia stanzia un milione di euro per sistemare la rete stradale danneggiata dal maltempo
L’Amministrazione provinciale di Terni ha stanziato 1 milione e mezzo di euro per sistemare la rete stradale danneggiata dal maltempo. Gli interventi sono finalizzati al consolidamento dei costoni rocciosi e delle scarpate per assicurare stabilità strutturale e sicurezza per chi viaggia. I lavori interessano sei strade in vari comuni del territorio provinciale a seguito dei fondi regionali stanziati in virtù del riconoscimento dello stato di calamità naturale determinato dagli eventi atmosferici ai quali si era già fatto fronte con interventi di somma urgenza seguiti adesso da quelli strutturali. Sulla sp 41 “Settevalli” fra San Gemini e Quadrelletto un investimento di 450.000 euro consentirà il consolidamento della scarpata con il ricorso a specifiche tecniche di palificazione che saranno utilizzate anche sulla sp 71 “Calvi-Otricoli” con una spesa di 225.000 euro. Nel tratto di Montefranco della sp 68 “San Mamiliano” invece verranno allocate reti metalliche di protezione per evitare la caduta massi dal costone roccioso sovrastante la strada, mentre 300.000 euro saranno utilizzati per il consolidamento e il rifacimento della sede stradale della sp 99 “Dell’aeroporto” nel comune di Castelviscardo. 132.000 euro saranno investiti sulla ex ss 79 “Orvietana”, nel comune di San Venanzo, per il consolidamento e la messa in sicurezza della scarpata sottostante la sede stradale e 68.000 euro verranno spese sulla sp 46 “Tordimonte” nel comune di Orvieto per la sistemazione di altre reti di protezione sul costone roccioso circostante la strada. “Si tratta – dicono il Presidente della provincia Andrea Cavicchioli e l’Assessore alla Viabilità Loriana Stella - di un impegno considerevole per la sicurezza delle strade del territorio che contribuisce in questa fase anche a sostenere le dinamiche economiche attivando il settore dei lavori pubblici che ha effetti indubbiamente positivi sotto vari profili. L’Amministrazione provinciale, anche in questa fase di fine mandato, privilegerà gli investimenti produttivi e i provvedimenti che possono riflettersi in maniera costruttiva sull’assetto economico locale”.
9/4/2009 ore 13:54
Torna su