22/10/2019 ore 02:44
ViabilitÓ: va avanti il progetto della tratta Terni-Roma Nord che avrÓ le caratteristiche di superstrada non a pagamento
Una strada extraurbana principale alternativa all'Autosole. Il progetto di creare un percorso alternativo tra Terni e Roma va avanti. Nei giorni scorsi si Ŕ riunito il Comitato promotore che si sta occupando di studiare la tratta viaria Terni - Roma Nord. All'incontro hanno preso parte il coordinatore del comitato, Mario Ruzo Berretta, presidente della Camera di Commercio di Terni, l'Assessore regionale Giuseppe Mascio, il vice-sindaco di Terni Feliciano Polli, il presidente di Confindustria Terni Umbro Bernardini ed ancora i sindaci di Stroncone Liorni, di Configni Angelici e del presidente della Carit Terenzio Malvetani. Nel ribadire le crescente importanza di questo collegamento con la capitale, tutti i presenti hanno ritenuto che, vista l'immediata impossibilitÓ di immaginare il tracciato con le caratteristiche di autostrada coerentemente con quanto si verifica per la E/45, l'opera andrebbe ipotizzata con le caratteristiche di superstrada. "Tale soluzione - Ŕ stato detto -, che comporta anche un ammontare di investimenti di entitÓ pi¨ modesta, consentirebbe di realizzare un'opera infrastrutturale che essenzialmente riveste la pi¨ valida alternativa di collegamento con Roma, rispetto al congestionato nodo di Orte e all'autostrada A1. A breve - Ŕ scritto ancora nel comunicato - si terrÓ un incontro con la Provincia di Rieti nel quale si chiederÓ di confermare con fermezza e decisione la volontÓ, giÓ peraltro precedentemente espressa, della stessa Amministrazione riguardo ad una tratta viaria che coinvolge fortemente tale territorio. A questo proposito la Regione Umbria ha inserito giÓ dal 2004 tale opera nel proprio programma infrastrutturale pluriennale, mentre la Regione Lazio, che tramite l'Assessore alle Infrastrutture On. Astorre ha giÓ dimostrato interresse per il tracciato, sarÓ sollecitata ad intraprendere nuovi atti formali che possano inequivocabilmente dare un'indicazione di volontÓ politica. Anche sulla scorta di altre esperienze nell'ambito regionale, dove l'esistenza di un progetto definitivo Ŕ stato uno dei fattori principali per far inserire le varie opere nella programmazione infrastrutturale di livello nazionale, i partecipanti hanno ritenuto di aprire,quanto prima, la fase successiva che sarÓ caratterizzata dall'elaborazione di un progetto. Il Presidente di Confindustria Terni ha voluto offrire, previa una verifica all'interno dell'Associazione, la disponibilitÓ di poter svolgere un ruolo di coordinamento per le varie azioni da intraprendere in futuro al fine di poter mettere a disposizione del territorio un'opera di essenziale importanza per il suo sviluppo socio-economico".


20/3/2009 ore 1:27
Torna su