17/02/2020 ore 08:42
Terni: Rifondazione Comunista lancia l'allarme rispetto alle infiltrazioni mafiose che si sono registrate nella nostra provincia
Lanciano l'allarme sui rischi che anche l'Umbria e Terni possano diventare delle "piazze" appetibili per le organizzazioni mafiose. I consiglieri comunali di Terni (Simone Guerra), Amelia (Tommaso Dionisi) e Narni (Alfonso Morelli) si uniscono e chiedono di formare una commissione di controllo che si occupi di verificare la situazione da un punto di vista generale. "Ancora una volta - dicono i consiglieri del Prc - le cronache degli ultimi mesi hanno dimostrato come anche la provincia di Terni non sia purtroppo immune ad infiltrazioni malavitose. Gli ultimi sequestri di beni dimostrano come le attività di camorra e 'ndrangheta nel territorio ternano sono presenti con precisi intrecci perversi tra attività illegali e iniziative economiche apparentemente legali. Un fenomeno di estrema gravità che non ha risparmiato purtroppo neanche i piccoli centri della nostra provincia. Per questo motivo occorre urgentemente dar vita nei nostri territori alla proposta che noi consiglieri comunali di Terni, Amelia e Narni abbiamo avanzato già da diversi mesi, ovvero quella di istituire una commissione di inchiesta per verificare nel proprio ente e nel proprio territorio lo stato dei presìdi contro l'illegalità e l'affarismo. Una proposta che ha riscontrato l'interesse della politica regionale come dimostra la decisione del di ieri del Consiglio Regionale di istituire una commissione di inchiesta sulle infiltrazioni malavitose nel territorio regionale.

2/2/2009 ore 5:21
Torna su