14/12/2019 ore 21:50
Terni, conferenza stampa di fine anno a Palazzo Bazzani, Cavicchioli: “rispettati tutti gli impegni e il programma politico”.
Si è svolta a Palazzo Bazzani la conferenza stampa di fine anno che coincide con il termine del mandato amministrativo della Giunta Cavicchioli. Alla presenza di tutti gli Assessori, il Presidente ha tracciato un bilancio delle attività del 2008 proponendo anche le linee d’indirizzo per il 2009. Cavicchioli ha sottolineato il positivo stato della situazione finanziaria dell’Ente, con il costante rispetto di tutti i parametri del Patto di stabilità, senza mai aumentare tasse e tariffe di propria competenza, eliminando alcuni tributi e raggiungendo gli obiettivi programmatici approvati dal Consiglio provinciale. Cavicchioli ha ringraziato la maggioranza per il sostegno coerente mai venuto meno in questi anni e l’opposizione per il modo corretto con cui ha svolto la propria importante funzione ed ha auspicato che “questo clima costruttivo non venga meno nel periodo pre elettorale, nell’interesse delle nostre comunità. E’ importante – ha sottolineato poi Cavicchioli - mantenere un’unità di intenti su obiettivi comuni per affrontare al meglio tutto le sfide che ci aspettano nel 2009”. Per quanto riguarda il settore dei lavori pubblici si è continuato nella politica di investimenti su scuole, strade e patrimonio dell’Ente con 3 milioni di euro per l’edilizia scolastica e la gestione collegata, 8 milioni di euro per la viabilità, 1 milione e 400.000 euro per la sistemazione idraulica dei corsi d’acqua e 500 mila euro per il patrimonio. Per quanto concerne la viabilità è stato sviluppato un progetto complessivo di manutenzione straordinaria e ordinaria e di scurezza dei circa 1.000 Km di strade gestite dalla Provincia e sono stati redatti i progetti di fattibilità e quelli preliminari per obiettivi strategici quali l’adeguamento della Marattana alle esigenze di supporto per insediamenti industriali e di collegamento con il raccordo Terni-Orte, per il nuovo casello autostradale di Orvieto Nord, per le varianti di Montecastrilli-Casteltodino e di Orvieto-Sferracavallo per importi complessivi pari a 18 milioni di euro inseriti nella programmazione triennale. L’Amministrazione continuerà a svolgere l’attività di coordinamento e supporto per le esigenze dei lavori della Terni-Rieti il cui termine è previsto per il 2011 e per il confronto con Governo e Anas in ordine ai collegamenti strategici quali il raccordo Terni-Orte, con l’adeguamento del casello d’ingresso all’A1, il potenziamento della E45 con il progetto di trasformazione in autostrada e con la realizzazione prioritaria della Orte-Civitavecchia. Per l’edilizia scolastica si stanno terminando tutti gli adempimenti per l’espletamento della gara relativa alla realizzazione delle cucine didattiche dell’indirizzo alberghiero del Casagrande e per gli interventi sul liceo classico di Orvieto per circa 2 milioni e mezzo di euro. Per quanto riguarda l’urbanistica l’Ente ha svolto una corposa attività di verifica e controllo su numerosi nuovi piani regolatori, fra cui quello del Comune di Terni, ed ha attivato la procedure per una revisione del Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp) al fine dell’aggiornamento delle nuove dinamiche territoriali sia sotto il profilo dello sviluppo economico che della tutela e compatibilità ambientale, tenendo conto anche del lavoro svolto con il Patto provinciale di Sostenibilità territoriale e dall’Osservatorio sulla salute, con il coinvolgimento di tutti i Comuni e dei soggetti interessati. Sul versante ambientale è proseguita l’attività di controllo in collaborazione con la Polizia locale e con gli altri organismi preposti, è stata approvata una convenzione con l’Arpa per disciplinare e coordinare le rispettive attività, sono stati disposti incentivi per la sostituzione delle vecchie caldaie alimentate a gasolio e btz, è stato previsto il potenziamento, quantitativo e qualitativo, della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, è stato costituito un Osservatorio provinciale su ambiente e salute che, con la collaborazione di tutti gli Enti che operano nei settori in questione, fornirà indicazioni specifiche sulle azioni da porre in essere per migliorare nel suo complesso l’impatto ambientale ed il rapporto fra le attività del territorio e la salute dei cittadini. E’ stato inoltre redatto il piano di utilizzazione delle acque del territorio a fini della produzione idroelettrica e sono stati destinati fondi previsti dalla convenzione Endesa (ora E.On) per i laghi di Piediluco e Corbara. Sulla formazione professionale e i Centri per l’Impiego è stato recentemente approvato il piano triennale che prevede la disponibilità di risorse per circa 18 milioni di euro con le quali verrà ulteriormente rafforzata la formazione individuale, che tiene conto delle effettive esigenze del mercato del lavoro, attraverso i voucher sia per occupati che per disoccupati e con tirocini riservati esclusivamente a disoccupati e fasce deboli, potenziando il collegamento con l’attività dei Centri per l’Impiego che hanno recentemente ottenuto un positivo riconoscimento dal Ministero della Funzione pubblica. Per la pubblica istruzione si proseguirà con la realizzazione del progetto dei distretti formativi integrati che prevede il coinvolgimento del mondo della scuola, dell’università e del lavoro con risorse per 500 mila euro per la formazione professionale dei giovani dai 16 ai 18 anni. Nel settore dello sviluppo economico, tenendo anche conto dell’attuale congiuntura, si concentreranno le iniziative e le risorse a sostegno della piccola e media impresa con l’utilizzazione dei fondi delle leggi regionali, gestite dalla Provincia, 12/85, sull’imprenditoria giovanile, e 5/90, per l’accesso al credito agevolato delle imprese artigiane, nonché con un fondo specificamente costituto nel prossimo bilancio e si attiverà un confronto con il sistema bancario locale per i necessari supporti. Si sta lavorando inoltre per la costituzione di macro aree industriali e per attività produttive in particolare nella zona della ex Bosco al fine di fornire ulteriori elementi di sviluppo e crescita del territorio. Per quanto riguarda il turismo si procederà nella gestione del Sistema Turistico Locale (Stl) della provincia di Terni, creato su base volontaria, e con un positivo rapporto fra settore pubblico e privato per sviluppare progetti mirati di promozione e promo-commercializzazione al fine anche di predisporre pacchetti per prolungare le presenze e potenziare il flusso turistico, peraltro già interessante, tenendo conto in particolare dei dati della Cascata delle Marmore. Per la cultura sono state promosse rassegne culturali di notevole interesse per il territorio quali Sacro Sono, Umbria Folk Festival e Villalago Makes Music Festival ed è ripresa l’attività editoriale per la valorizzazione del territorio e delle sue caratteristiche storico-artistico-culturali. Sul versante della struttura interna sono state ulteriormente implementate tutte le procedure informatiche, è stata potenziata l’attività del Circondario con un’ottica particolare alla creazione del Palazzo del Gusto a Orvieto che vedrà la realizzazione di un progetto organico con il coinvolgimento del centro di formazione professionale per iniziative nel campo dell’enogastronomia anche tramite una cucina didattica che permetterà di fornire figure professionali qualificate e costituire un punto di riferimento nel settore. La Polizia locale ha svolto una positiva attività di controllo in materia ambientale e per i settori ittico e faunistico, collaborando con le altre forze dell’ordine per gli adempimenti dei protocolli relativi alla sicurezza. Per quanto concerne le politiche sociali l’Ente ha continuato nell’attività di sostegno e assistenza ai minori ed ha sviluppato un’azione qualificata nel campo delle adozioni e post adozioni. Per l’università sono state erogate risorse a sostegno del consorzio universitario provinciale e della ricerca nel quadro di riferimento che dovrà essere verificato alla luce delle nuove normative. Per il trasporto pubblico locale infine la Provincia si è fatta carico di tutto il settore extraurbano ed è in corso l’elaborazione di un nuovo piano di bacino per ottimizzare le risorse e i servizi.
29/12/2008 ore 15:49
Torna su