18/07/2019 ore 13:23
Cronaca:sgominata dai carabinieri di Amelia la banda di rapinatori che scassinavano le macchinette automatiche all'interno delle stazioni ferroviarie
Sgominata la banda dei ladri di macchinette. I carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Amelia, coordinati dal capitano Michele Cardone, la notte scorsa hanno arrestato infatti tre giovani rumeni che sono stati coltri in flagranza di reato poco dopo aver compiuto un furto presso la sala di aspetto della stazione ferroviaria di Alviano Scalo. I tre stavano scappando a bordo di una Peugeout 206 quando sono stati intercettati da una pattuglia dei carabinieri che li ha costretti a fermarsi. I tre, due di 20 ed uno di 21 anni, sono risultati domiciliati ad Anzio, sulla costa laziale, ed hanno giustificato la loro presenza alle 2,30 di notte in una zona così lontana dalla loro città con la voglia di voler fare una passeggiata. Una "panzana" che non ha convinto i militari i quali hanno deciso di perquisire l'automobile all'interno della quale il terzetto di malviventi celava un guanto da lavoro contenente svariate banconote di piccolo taglio e monete spicce, per un avlore complessivo di circa 2.000 euro. Ma all'interno della macchina i carabinieri hanno anche rinvenuto un martello che era stato usato poco prima dai tre rumeni per sfasciare la macchinetta automatica dentro alla stazione di Alviano Scalo. Per i tre è scattato l'arresto. I carabinieri stanno indagando per scoprire se i giovani rumeni, tutti disoccupati, possono essere gli autori di altri colpi compiuti nelle settimane precedenti i numerose stazioni ferroviarie dell'Umbria e del Lazio.
14/12/2008 ore 5:31
Torna su