23/08/2019 ore 06:19
Terni: la Provincia incontra le associazioni per discutere di energia, mercato del lavoro e formazione professionale
I temi dell’energia, del mercato del lavoro, della formazione professionale e delle arre produttive saranno al centro di una serie di incontri fra Provincia e associazioni di categoria per affrontare concretamente i temi dello sviluppo ed aprire un confronto serrato su iniziative e scelte da compiere. Il Presidente della Provincia, Andrea Cavicchioli, ha già attivato contatti concordando con i soggetti interessati un calendario di riunioni che inizierà il 5 novembre prossimo e terminerà il 14. Gli interlocutori di Palazzo Bazzani saranno l’Associazione industriali, la Confapi, la Cna, la Confartigianato, la Confcommercio, la Confesercenti, la Legacoop e l’Unione delle Cooperative. Gli incontri vedranno di fronte le delegazioni delle singole associazioni guidate dai rispettivi presidenti e la rappresentanza dell’Ente con il Presidente e gli Assessori dei settori interessati. “Sarà l’occasione – spiega Cavicchioli – per fare il punto su tematiche di primaria importanza per lo sviluppo del territorio e per concordare iniziative sulla base della programmazione dell’Ente che ha competenze specifiche sulle materie oggetto del confronto. Per quanto concerne l’energia, in relazione allo scenario oggettivo delineato e alla possibilità di incrementare la produzione in sede locale con un’ottica rivolta ai costi, si prenderanno in esame le proposte concrete che perverranno dai vari soggetti interessati. In riferimento a mercato del lavoro e formazione – ricorda il Presidente - l’Ente ha approvato gli strumenti di programmazione per l’utilizzazione dei fondi UE con una disponibilità di circa 18 milioni di euro nel triennio ed è quindi necessario condividere obiettivi secondo le necessità del mercato per una crescita qualitativa del sistema locale, tenendo conto delle esigenze delle imprese. Sul versante delle aree produttive – precisa poi – l’Ente sta predisponendo la revisione del piano di coordinamento provinciale (PTCP) che condiziona e detta i criteri per i piani regolatori dei Comuni ed è quindi indispensabile acquisire elementi concreti per delineare gli orientamenti per lo sviluppo futuro delle varie realtà territoriali con scelte coerenti che considerino gli attuali insediamenti, le infrastrutture, la necessità di incremento produttivo delle aziende e di nuovi insediamenti”.
4/11/2008 ore 3:49
Torna su