12/12/2019 ore 03:37
Terni: lunedi 27 ottobre al cenacolo San marco incontro sul tema "La Chiesa cattolica e il dialogo con l'Islam"
Lunedì 27 ottobre, in occasione della VII Giornata del dialogo cristiano islamico, alle 17.30 al cenacolo S. Marco in via del Leone, 12 a Terni si terrà l’incontro: “La Chiesa cattolica e il dialogo con l’Islam” con il prof. Valentino Cottini Valentino docente di Islamistica al Pontificio Istituto di studi arabi e d'islamistica. L’incontro, promosso dall'Istess e dall'ufficio Ecumenismo e dialogo della diocesi, sarà coordinato da don Vincenzo Greco, delegato diocesano per l’ecumenismo e il dialogo. La Giornata del dialogo cristiano islamico fu ideata nel 2001, all’indomani della strage dell’11 settembre, come iniziativa tesa a contrastare il clima di incomprensione e talvolta di contrapposizione che si era determinato tra le due comunità. Da allora ogni anno si sono realizzati centinaia di eventi in tutta Italia, ciascuno organizzato secondo specifiche modalità locali. Il tema proposto per la Giornata di quest'anno è quello de "la gioia del dialogo". E' un tema controcorrente, che intende stimolare le comunità cristiane e musulmane a superare la paura reciproca. La scelta del 27 ottobre è stata poi fissata stabilmente in memoria del primo incontro interreligioso promosso ad Assisi nel 1986 che indubbiamente segnò un punto alto di una ricca stagione di dialogo interreligioso. I promotori della Giornata invitano istituzioni politiche e religiose, società civile e cittadini ad impegnarsi affinché la logica e la pratica del dialogo prevalgano sullo scontro tra le culture. E’ un’occasione di incontro e reciproca conoscenza, per abbattere quel muro di pregiudizio e di contrapposizione delle identità religiose che tante divisioni sta creando nella società civile di tanti paesi del mondo. In quello spirito di pace e di fraternità che è alla base della fede dei cristiani e dei musulmani. I recenti fatti luttuosi accaduti in numerose città d'Italia, interpellano i cristiani e i musulmani, ma anche i fedeli di tutte le altre religioni ad impegnarsi attivamente per la pace ed il dialogo e a vincere le tendenze fondamentaliste che hanno portato le religioni a benedire e a partecipare a guerre violente e fratricide.
24/10/2008 ore 19:30
Torna su