15/11/2019 ore 14:24
Commerciante non emette lo scontrino fiscale, arrivano i finanzieri e lo multano
Non emette lo scontrino ed i finanzieri lo sanzionano. Il fatto è accaduto in un negozio di abbigliamento del centro di Terni, dove un commerciante al dettaglio ha venduto al cliente un capo del valore di 140 euro, ma si è "dimenticato" di battere il relativo scontrino fiscale. Il controllo dei finanzieri del comando provinciale di via Bramante, fa parte di quelli che vengono quotidianamente svolti dalle Fiamme Gialle nel settore, al fine di verificare la regolare osservanza degli obblighi di emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale. Nel caso specifico, sono stati due i finanzieri che, in servizio in turno serale, hanno notato uscire dal negozio di abbigliamento del centro di Terni una persona che aveva appena acquistato un capo; i militari chiedevano al cliente di esibire il relativo scontrino fiscale e alla risposta da parte di questi di non esserne in possesso perché non rilasciato dall’esercente, entravano nel negozio e, verificata la mancata emissione dello scontrino, contestavano la violazione al titolare del negozio. La violazione verrà applicata dall’Agenzia delle Entrate ed è pari comunque al cento per cento dell’imposta corrispondente all’importo non documentato e comunque non inferiore a 516 euro, anche se esistono possibilità per il responsabile di definizione in via agevolata che fanno scendere la sanzione a circa 130 euro. L’attività della Guardia di Finanza in provincia di Terni è particolarmente intensa nel settore, dall’inizio dell’anno sono stati più di 1.300 i controlli effettuati nei confronti di soggetti obbligati all’emissione del documento e circa 220 i casi in cui i finanzieri hanno constatato la mancata emissione del documento segnalando i responsabili per l’applicazione delle relative sanzioni. Più nel dettaglio nella zona di Orvieto, a fronte di circa 650 controlli sono state accertate 66 violazioni, in quella di Terni su oltre 500 controlli sono stati 90 i casi di mancata emissione mentre nel circondario di Amelia su 150 controlli sono state constatate 64 irregolarità.

9/10/2008 ore 13:00
Torna su