06/08/2020 ore 14:24
Tentano una rapina ai danni di una banca ma vengono scoperti dai dipendenti, arrestati due malviventi dopo un lungo inseguimento
Tentano di fare una rapina ma ancora prima di entrare in banca vengono "scoperti" dagli impiegati che avvertono i carabinieri. I ladri si danno alla fuga ma dopo un movimentato inseguimento vengono fermati ed arrestati dai militari. A finire in manette sono stati due pregiudicati romani di 26 e 33 anni, entrambi disoccupati. L'arresto è scattato in quanto i due sono stati riconosciuti, attraverso le immagini riprese dalle telecamere interne, in occasione di una precedente rapina effettuata lo scorso 8 settembre ai danni della filiale di Giove della banca Popolare di Bari e che aveva fruttato un bottino di 16.000 euro. A tradire i due uomini sarebbero stati alcuni indumenti indossati nel corso della rapina e ritrovati dai carabinieri nelle abitazioni romane dei due individui nel corso di una perquisizione. I due banditi contavano di fare il bis e si erano portati nei pressi della agenzia della Cassa di Risparmio di Orvieto ad Attigliano; si erano appostati nei pressi e stavano per fare irruzione all'interno dell'istituto di credito ma sono stati notati dagli impiegati che hanno bloccato le porte impedendo ai due di entrare. I ladri hanno capito che il colpo era sfumato e se la sono data a gambe; sono saliti a bordo di una Ford "Ka" ed hanno imboccato l'Autosole in direzione nord. E' cominciato un inseguimento da parte dei carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Amelia, coordinati dal capitano Michele Cardone e alla fine l'uto con a bordo i due malviventi è stata bloccata nel centro di Orvieto. I due sono stati arrestati e condotti presso il carcere di vocabolo Sabbione a Terni.
6/10/2008 ore 13:21
Torna su